Eccellenze liguri

Una hit del Gabibbo per valorizzare la cucina ligure: via al Salone del Gusto di Torino

E' stata la voce del Gabibbo, che ha rispolverato una hit degli anni 90, “Pesto di pesto, a inaugurare lo stand della Liguria

Torino. E’ stata la voce del Gabibbo, che ha rispolverato una hit degli anni 90, “Pesto di pesto, a inaugurare lo stand della Liguria al Salone del gusto di Torino. Un’occasione per esportare le eccellenze enogastronomiche della nostra regione.

In questi giorni, infatti, saranno molti gli appuntamenti dedicati alle tante sfaccettature della cucina ligure, dal pesto ai dolci, ai vini ai formaggi, al tartufo. “E’ un settore strategico per l’agroalimentare ligure, che è un’eccellenza assoluta – ha detto il governatore Giovanni Toti – ma anche un modo per dire che la Liguria è bella e si possono venire ad assaggiare i nostri prodotti sul territorio, promuovendo sinergia agroalimentare e turismo, che sono alla base di una moderna economia”.

A introdurre il Gabibbo è stato il suo creatore, il ligure Antonio Ricci, che ha raccontato come la cucina del nostro territorio sia “quella del risparmio, dove non si butta via niente – ha detto –  è un po’ come faccio televisione io, con la stessa ricetta del riciclare, cioè esaltare quello che sembra una cosa umile per farla diventare interessante”.

In rassegna, quindi, tutto il nostro patrimonio agroalimentare. “L’obiettivo è stato mettere insieme tutte le realtà produttive – ha spiegato l’assessore all’Agricoltura, Stefano Mai – nel nostro stand si daranno cambio 50 tra aziende consorzi e istituti alberghieri e ogni giornata sarà divisa in 8 o 10 appuntamenti, con seminari, show cooking e laboratori per grandi e piccini”.

Insomma, un’ottima vetrina per le specialità della Regione.