Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Golfo Paradiso vince in rimonta ed è solo in testa risultati fotogallery

Unica squadra a punteggio pieno dopo due partite può guardare gli altri dall'alto. Nel posticipo la Genovese Boccadasse ha battuto il Leivi, solo a zero punti

Seconda giornata di campionato in Prima categoria girone C, con il Golfo Paradiso che si gode il primo posto in solitaria. Falliscono infatti i tentativi delle altre compagini di rimanere a fianco dei biancoblù che ottengono due vittorie in due partite.

Contro il Prato la partita rimane bloccata per mezzora, anche se i padroni di casa si fanno preferire. Infatti al 30° passano con Fotea che si fa trovare pronto a due passi da Cellerino e lo fredda con una bella conclusione. Il Golfo Paradiso si scuote e prende in mano la partita andando a pareggiare già prima del termine di tempo con Cacciapuoti (grande protagonista di giornata) che al 41° sigla l’1-1.

Nella ripresa la partita rimane in equilibrio, con le squadre che pensano prima a non prenderne. Ci vuole ancora un guizzo di Cacciapuoti per regalare la vittoria ai recchelini che trovano così la seconda vittoria stagionale.

Non riesce a vincere l’Isolese, dopo la bella prestazione all’esordio assoluto in Prima categoria, deve accontentarsi di un pari a Bogliasco contro una formazione che doveva cercare punti dopo un esordio difficile. Partono meglio gli ospiti che sfiorano il gol al 28° con Stumpo, ma il bomber sbaglia davanti al portiere. La partita passa con la palla che ristagna spesso a metà campo, fino al 43° quando D’Elia illumina il gioco con un lancio perfetto per Bettalli che solo davanti a Cannone, lo supera. La replica è immediata e dopo due minuti l’Isolese pareggia grazie a Stumpo che trasforma un calcio di rigore causato da un’entrata sciagurata di Ciliberti.

Nella ripresa si invertono i ruoli con l’Isolese a passare in vantaggio con una gran conclusione di Cicerone al 58°. Anche stavolta, passano poco meno di cinque minuti e arriva il pareggio, di Bettalli  che su punizione batte Cannone. Le squadre non si fanno più male, e complice il gran caldo il ritmo cala, lasciando ad entrambe un punto.

Il San Bernardino trova la prima vittoria stagionale travolgendo l’Aurora con una goleada: 5-1. Le due squadre si incontrano dopo un pareggio per entrambe all’esordio, ma sono i biancoverdi che mostrano una voglia di vincere superiore. In realtà la croncaca parla di un’Aurora subito in vantaggio con il gol al 12° Ghiggeri che trova l’angolino su punizione. Fino al 25° gli ospiti giocano bene, anche meglio del San Bernardino che, però si scuote con un gol frutto di fortuna e determinazione di Provenzano che dopo un rimpallo vinto, calcia con potenza la sfera e rimette in pari il risultato.

L’Aurora non molla e avrebbe l’occasione per tornare avanti con Ghiggeri, che stavolta, però sbaglia il rigore. Nella ripresa non sbaglia Provenzano che invece realizza il rigore che vale il sorpasso San Bernarndino. L’Aurora rallenta, fatica e il San Bernardino ne approfitta chiudendo i conti ancora con Provenzano, il primo ad avventarsi su un pallone respinto dal portiere Longinotti. Al 76° Rossi cala il poker, e poi all’80° cala il sipario con Costigliolo che realizza un euro gol all’incrocio dei pali per il 5-1 finale.

Primi tre punti anche per i gialloblù di Sciarborasca che battono il Pieve 3-1 fra le mura amiche. Apre le danze Galasso che sfrutta perfettamente la palla che gli arriva dopo una gran conclusione di Bertolotto che colpisce l’incrocio dei pali. La sfera diventa buona per il centrocampista che conclude al volo mandando in vantaggio lo Sciarborasca. Al 33° ancora protagonista Bertolotto che crossa per Angella, ma Avellino lo anticipa (male) e spedisce nella propria porta.

Nella ripresa la partita si chiude dopo dieci minuti, con Angella che trova finalmente il proprio gol personale. Al 65° è inutile la rete di Files, che illude il Pieve.

Pioggia di gol anche della Sampierdarenese che ne fa 5 al Vecchiaudace Campomorone. Decisiva la partenza sprint dei biancorossoneri, che all’8° sono già in vantaggio frazie a Ferraro, che sfrutta un’amnesia difensiva avversaria e segna. Al 15° la Vecchiaudace fallisce il pareggio con Grazzi che sbaglia dagli undici metri. Poco dopo, Ferraro crossa per Gesi che gira perfettamente alle spalle di Dellepiane e lancia i padroni di casa sul 2-0.

Si va alla ripresa con il Vecchiaudace che pare aver cambiato registro e al 58° Draghici non sbaglia il rigore (il secondo) concesso per fallo su D’Errico in area. Si tratta, però solo di un’illusione, perché la Sampierdarenese gioca meglio ed è in palla. Al 68° ancora Gesi va in gol consentendo di riallungare alla squadra di casa. È il gol che decide la partita. Il Campomorone che crolla psicologicamente e lascia l’iniziativa alla Sampierdarenese. All’83° Ferraro trasforma il terzo rigore di giornata, mentre all’87° Gallo cala la manita e fa scattare la festa dei locali.

La Calvarese subisce la prima sconfitta dell’anno in casa per opera dell’Arenzano. Primo tempo a ritmo lento, con le squadre che si studiano e non si scoprono. A rompere l’equilibrio ci pensa Segale che manda in vantaggio proprio la Calvarese al 33°.

Nella ripresa l’Arenzano cambia faccia e ritmo pareggiando al 55° con un colpo di testa su calcio di punizione che supera il portiere di casa. Poco più di dieci minuti dipo Dentici trova il gol decisivo del sorpasso. La vittoria dell’Arenzano viene legittimata all’87° poi, con la terza rete, realizzata da Pastorino.

Dopo i tre punti all’esordio, il Via dell’Acciaio non riesce a dare continuità ai propri risultati e viene sconfitto in trasferta dal San Gottardo. Decisiva la rete di Pili su calcio di rigore, va detto ampiamente contestato, al 27°. Pochi spunti nel resto della partita, con il San Gottardo meglio organizzato che nel finale ha sfiorato anche il raddoppio.

Notte fonda per il Leivi che è l’unica squadra rimasta al palo dopo la sconfitta in trasferta contro la Genovese Boccadasse. I levantini hanno giocato una buona partita, e c’è voluto un gran colpo di testa di Testasecca all’85° per regalare la vittoria al Boccadasse, ma fatto sta che due sconfitte in due giornate devono far pensare, anche se il campionato è ancora lungo. Prima vittoria per la Genovese che si rialza dopo il pareggio del primo turno.