Sicurezza

Genova: più controlli a Prè, “ma i parcheggiatori abusivi tornano al Porto Antico”

Genova. Da una parte l’aumento dei controlli nella zona di Prè e il primo risultato: l’arresto di uno spacciatore. Dall’altra la denuncia del ritorno di un antico problema: i parcheggiatori abusivi al Porto Antico.

Sono le due facce della sicurezza dopo il provvedimento, deciso dal comandante provinciale dei carabinieri Andrea Paterna, di mettere in campo 10 militari in più nel centro storico.

Una mossa che ha subito portato alla cattura di un 27enne di origini africane che spacciava eroina. Il pusher è stato notato da un carabiniere in borghese, ha tentato di scappare, ma non c’è riuscito.

Allo stesso tempo, come denunciato da Gianni Plinio e Massimo Spinaci di Fratelli d’Italia, i parcheggiatori abusivi sono tornati al Porto Antico. “Che cosa si aspetta per intervenire? I posteggiatori abusivi senegalesi allontanati qualche mese fa con una robusta operazione di Polizia – attaccano i due esponenti del centrodestra – stanno ritornando. E’ necessario impedire che il fenomeno si diffonda e incancrenisca. Il sindaco Doria si faccia sentire: non è certo un bel biglietto da visita da presentare al turista quello di un posteggiatore abusivo e molesto quando non addirittura minaccioso”.

leggi anche
  • La decisione
    Sicurezza, 10 carabinieri in più nei vicoli e a Prè
  • Lotta alla criminalità
    Giro di vite nel centro storico, due arresti e 14 chili di droga sequestrati
  • Guardia di finanza
    “Dammi 5 euro o ti danneggio l’auto”. Porto Antico, arrestato posteggiatore abusivo