Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, Juric: “Abbiamo commesso errori decisi, ora si lavorerà sui piccoli dettagli” risultati

Reggio Emilia. E’ una sconfitta che pesa quella rimediata dal Grifone in trasferta contro il Sassuolo. Fa male perché dopo un inizio campionato brillante è arrivata la prima sconfitta lontano dal Ferraris e rimediata contro una squadra che ha già mostrato la propria forza in Europa.

Il Genoa al Mapei è un diesel: al piccolo trotto nei primi tempi, nelle riprese accelera e stringe all’angolino gli avversari, ma stavolta non riesce la rimonta come con Cagliari e Crotone, con un Pavoletti in giornata decisamente “no” che ha pure rimediato un giallo, situazione determinante per la prima rete degli avversari. Schietto il commento di Ivan Juric a fine gara. “Abbiamo creato tre, quattro palle gol nitide nei primi minuti della ripresa ma alla prima ripartenza abbiamo regalato un angolo e il rigore: sono momenti decisivi in una partita. Abbiamo commesso errori sia nella nostra che nella loro area”. Juric analizza ancora più nel dettaglio questi 90 minuti amari. “Una cosa è certa. Se commetti errori perdi: dobbiamo lavorare molto sui dettagli, che sono quelli che decidono una gara. Tutto sommato siamo andati bene sugli aspetti globali, male sulle piccole cose. I nostri giocatori devono mantenere alta la concentrazione e non commettere certi errori”.

Quella di oggi per il Sassuolo è stata la terza vittoria anche senza Berardi, ancora infortunato. E’ stato Defrel a fare pressione sugli avversari e a trascinare i neroverdi Di Francesco verso la vittoria e a conquistare quei tre punti che fanno morale.

I padroni di casa sono stati bravi a colpire al momento giusto. E’ stato un primo tempo tutto sommato sonnacchioso. Sia il Genoa che gli emiliani sono rimaste più impegnate a tenere le posizioni che ad incidere e premere sull’acceleratore. Ma si sono fatti vedere Politano (S) e Lazovic (G). Da sottolineare sicuramente la bella percussione di Laxalt e un’iniziativa personale di Duncan, che all’8′ ha recuperato una palla sporca al limite, piombando in area come un proiettile. Ha centrato il secondo palo che ha fatto tremare Perin alla sua seconda partita dopo quella sospesa con la Fiorentina. Partita dunque da archiviare in fretta per il Genoa perché mercoledì al Ferraris arriva Il Napoli. “Una squadra che mi ha mi ha impressionato. E’ quella che in questo momento, a mio avviso, gioca il miglior calcio d’Europa. E’ l’occasione per tentare il colpaccio? Insomma, avrei preferito un altro avversario…”, ha detto apertamente il tecnico prima di lasciare la zona mista degli spogliatoi.