Quantcast
Sabato

Da Forte Diamante allo Sperone: un tour per scoprire il Parco delle Mura

Genova. Una passeggiata di tre ore per esplorare le alture della città, le sue fortificazioni ottocentesche e le antiche mura, in un contesto naturale quasi incontaminato, il Parco delle Mura. L’associazione di promozione sociale, Genova Cultura, ha organizzato per sabato un tour ad hoc.

Si parte alle 9 da Manin, sui vagoni d’epoca del trenino di Casella fino alla stazione di Campi. Di lì ha inizio la passeggiata nella natura: dal Forte Diamante allo Sperone.

Il Forte Diamante venne costruito nella seconda metà del Settecento dalla Repubblica di Genova (fu ultimato nel 1758). Nella primavera del 1800, durante l’assedio austriaco di Genova, il forte fu teatro di violentissimi combattimenti tra i Francesi, che tenevano la città, e le truppe degli Asburgo.

Il Puin, in genovese “padrino”, il più piccolo dei forti genovesi, costruito dai piemontesi a partire dal 1815, dopo un lungo periodo di abbandono, a metà degli anni Sessanta del secolo scorso fu dato in concessione ad un privato che lo restaurò. Il Puin sembra vegliare sui due Fratelli e lo Sperone, il più imponente della linea fortificata, luogo simbolo della potenza del capoluogo ligure con i percorsi verticali delle torri, la vastità delle volte in laterizio della Caserma superiore, lo stupefacente spazio circolare della Cappella e l’immensità del paesaggio che si può godere dai Bastioni. Nel Seicento, con la costruzione delle Mura Nuove, l’opera entra a far parte del perimetro di cinta e nel 1747 viene ampliata e assume, con Giacomo Brusco, un aspetto che lo differenzia dagli altri forti, per la grandiosità delle masse murarie.

La prenotazione è obbligatoria al 010.3014333-392.1152682

leggi anche
  • Recupero
    Rinasce Forte Tenaglia, Doria: “Per le mura servono investimenti dei privati”
  • Earth day
    “A piedi nel parco”: a Righi per festeggiare la Terra e la (decima) pedonalizzazione