Demolizione finale

Concordia, iniziato lo smaltimento dello scafo fotogallery

Genova. Della nave da crociera Concordia, che è stata collocata all’interno del bacino quattro dell’area delle Riparazioni Navali del Porto di Genova, restano ormai solo gli ultimi ponti. Le immagini mostrano il relitto irriconoscibile,npraticamente solo gli oblò ricordano l’antico splendore. In questo bacino, infatti, si procede con la quarta e ultima fase del progetto di smantellamento, in ambiente segregato e asciutto.

In questa quarta fase, oltre alla rimozione degli allestimenti di tutte le aree, si procederà anche allo smontaggio di macchine e impianti. Infine ci sarà la demolizione completa dello scafo? La durata dei lavori è prevista in circa sei mesi e, se non ci saranno problematiche, il relitto sarà totalmente smaltito entro febbraio 2017.

Una operazione svolta seguendo i più stretti criteri ambientali per lo smaltimento. “Con il progetto di smantellamento della Concordia, il più significativo nell’ambito della demolizione navale mai svolto in Italia e nel mondo, sia per le dimensioni della nave sia per le sue condizioni di galleggiamento – spiega il Consorzio Ship Recycling sulla pagina internet dedicata – il Consorzio ha lavorato precorrendo le stringenti normative europee, non ancora in vigore, per il riciclaggio sicuro ed ecologico delle navi, aspetti che rimangono prioritari sino al completamento dei lavori.