Genova

“Chiave bulgara”, grimaldelli e non solo: kit per lo scasso nascosto nel fanale

Genova. E’ stata una coppia di poliziotti liberi dal servizio, lui della Squadra Mobile e lei del Commissariato Prè, a notare ieri mattina un’auto con targa spagnola ferma lungo la strada.

Nei sedili anteriori era seduto un uomo che, cercando di nascondersi, armeggiava con alcuni cacciavite. Insospettiti, i due agenti si sono avvicinati e, dopo essersi qualificati, hanno chiesto allo sconosciuto di fornire i documenti e spiegazioni circa il possesso degli attrezzi. L’uomo, un georgiano di 61 anni, ha cominciato ad innervosirsi farfugliando parole incomprensibili.

Con l’ausilio di una pattuglia dell’U.P.G. inviata dalla sala operativa, è stato possibile effettuare un controllo accurato del veicolo, trovano nel fanale posteriore destro un involucro nascosto contenente tutti i componenti della ormai nota “chiave bulgara”, grimaldelli, brugole, spadini, bombolette lubrificanti per serrature, lastre di plastica, tiranti e punte da trapano. L’uomo è stato denunciato per il reato di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Più informazioni
leggi anche
  • Cronaca
    Due colpi con la chiave bulgara: maxi furti a Genova
  • Cronaca
    Allarme furti, ladri scatenati a Genova: tubi del gas e “chiavi bulgare”, bottini da migliaia di euro
  • Tutti i risparmi
    Maxi colpo in una casa popolare di Quarto: furto da 150 mila euro