Serie b

Carpi-Entella, 200ª panchina tra i professionisti per Roberto Bredarisultati

"Nel nostro lavoro c'è tanto ricambio e quindi aver l'opportunità di lavorare è sempre una bella cosa"

Chiavari. Rifinitura in mattinata sul campo del “Comunale” per l’Entella. Le indicazioni fornite dal gruppo in settimana sono state confermate anche alla vigilia della sfida con il Carpi.

Venti i giocatori che questo pomeriggio sono saliti sul pullman diretto a Modena; eccoli nel dettaglio. Portieri: Iacobucci, Paroni. Difensori: Ceccarelli, Benedetti, Pellizzer, Sini, Iacoponi, Baraye, Belli. Centrocampisti: Palermo, Di Paola, Tremolada, Troiano, Havlena, Moscati. Attaccanti: Caputo, Cutolo, Masucci, Beretta, Diaw.

Importante traguardo per mister Roberto Breda e chissà che la speciale ricorrenza non fornisca un’ulteriore motivazione per far bene a Modena. Domani l’allenatore dell’Entella si siederà per la 200ª volta su una panchina di un club professionistico (conteggiando il solo campionato): 165 presenze in Serie B e 34 in Lega Pro, con Reggina, Salernitana, Vicenza, Latina, Ternana ed Entella. Il bilancio è di 75 vittorie, 59 pareggi, 65 sconfitte con esordio assoluto il 13 febbraio 2010, Reggina-Mantova 3-1, in Serie B.

Non sono poche – dice Breda -. La prima riflessione che mi viene è che non ho vinto niente e ho perso due finali playoff! Al di là di questo bisogna sempre essere contenti di quello che la vita ci dà, perché il nostro è un lavoro dove c’è tanto ricambio e quindi aver l’opportunità di lavorare è sempre una bella cosa e poi concentrarsi su quello che è il presente, non sul passato”.

Il presente – prosegue – ci butta subito su un campo difficile, quello di Modena, contro il Carpi, contro una squadra che è tra le pretendenti alla promozione. Quindi dobbiamo sapere che ci richiede certamente una partita molto importante“.

Contro il Perugia è arrivata una vittoria, pur con una prestazione altalenante. “Andiamo ancora a fasi. Non è che tutta la partita non è stata buona: abbiamo fatto i primi venti minuti di qualità. E’ vero che a volte abbiamo dei momenti di difficoltà. Ma tra essere belli ed essere efficaci preferisco la seconda, cioè aver sempre la capacità di trovar soluzioni, di saper soffrire e nella sofferenza cercare di mantenere pericolosità. Questa è una caratteristica dei ragazzi, poi da lì dobbiamo cercare di migliorare. Però è sempre un gioco in cui non si vince ai punti ma con i gol. Quindi – conclude il tecnico – è importante riuscire ad avere una buona fase difensiva ed un’efficace fase offensiva“.

Toccherà ad Antonio Rapuano della sezione di Rimini dirigere Carpi-Entella, 6ª giornata del campionato di Serie B. Il fischietto romagnolo sarà affiancato dalla coppia di assistenti composta da Enrico Caliari (Legnago) e Marco Chiocchi (Foligno). Quarto ufficiale sarà Daniel Amabile (Vicenza).