Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borghi in Liguria, nuovo video promozionale: “La Regione sostenga i comuni” foto

Più informazioni su

Liguria. Borghi più belli d’Italia, sono 21 in Liguria e l’associazione chiede tutele e sostegno per preservare un marchio turistico di fondamentale importanza per il territorio e che potrà portare a nuovi margini di crescita e appeal. E’ il messaggio lanciato oggi da Borgio Verezzi dal vice presidente dell’associazione “Borghi più belli d’Italia”, Livio Scattolini, in visita nella località del ponente savonese dove ha svolto una riunione in Comune in un incontro assieme al sindaco Renato Dacquino e ad altri esponenti dell’amministrazione comunale.

Scattolini è anche il responsabile delle certificazioni che vengono rilasciate ai comuni: “Più che un controllo è una visita di cortesia: lo facciamo periodicamente per incontrare i sindaci, per capire anche le loro esigenze e prendere atto delle difficoltà che purtroppo gli enti locali stanno attraversando anche in termini economici e di bilancio. Ovviamente i borghi hanno già una caratteristica di bellezza e di conservazione che consentono loro di stare nella rete, questo è motivo di soddisfazione, la dimostrazione che il circuito funziona ed è in grado di attrarre turismo e visitatori.

E dopo Borgio Verezzi, per il vice presidente dei Borghi più belli d’Italia tappa anche a Laigueglia, per poi completare la visita ligure nella zona di Imperia e nelle Cinque Terre. “Una visita allargata per salutare tutti gli amministratori e vedere la situazione”.

E sul futuro dei Borghi più belli d’Italia: “Il nostro brand è salvaguardare questi piccoli borghi che sono un patrimonio nazionale. L’Italia ne è piena, non a caso l’Enit recentemente ha sottoscritto un accordo nazionale aprendoci le porte delle ambasciate delle maggiori capitali internazionali per poter presentare le nostre bellezze ai tour operator. E’ una occasione straordinaria, ci riconosce il brand di promozione dell’intera Italia…un riconoscimento importantissimo che porta valore aggiunto e interesse per attrarre i turisti e rendere i borghi visitabili e portatori di investimenti, ma soprattutto ad evitarne lo spopolamento” conclude.

All’incontro ha preso parte anche il coordinare regionale dell’associazione: “Ogni Comune ha i propri problemi, per come siamo messi oggi è sempre più difficile trovare delle risorse. Crediamo comunque nel marchio dei Borghi più belli d’Italia: quello che conta è cercare di far sì che sia sempre più valorizzato, e la presenza del vicepresidente oggi ci onora perché significa che anche da Roma si sente l’esigenza di stare a contatto con i borghi. In Liguria siamo 21, è una delle regioni con il maggior numero e ne siamo orgogliosi. Speriamo comunque che anche la Regione faccia qualcosa per venire incontro alle nostre esigenze di carattere turistico, perché è giusto mantenere il borgo nella maniera più tipica possibile ma quello che conta alla fine è riuscire ad attrarre persone a visitarci.
borghi più belli d’italia

“La Regione crede nei Borghi più belli d’Italia, ma purtroppo anche per loro la situazione finanziaria è impegnativa. Ora stiamo lavorando insieme per fare un filmato che raccolga tutte le bellezze del territorio ligure, e dovrebbe essere finanziato da fondi regionali. E’ un’occasione in più per farci conoscere dal grande pubblico, non tutti sanno che in Liguria ci sono 21 borghi che possono essere visitati”.

“Il video, oltre ai classici usi web e “social”, sarà anche a disposizione dei Comuni che potranno gestirlo in modo diretto, mentre la Regione lo proporrà alle manifestazioni turistiche” conclude il coordinare regionale dei Borghi più belli d’Italia.