Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Automedica in Valle Scrivia: interrogazione di Punto a capo

Busalla. E’ stata depositata dal gruppo “Punto…a capo” sabato mattina per poter essere discussa nel prossimo consiglio comunale previsto per i primi giorni di ottobre un’interrogazione con risposta in aula sul “Servizio sanitario in valle” ed in particolare sulla possibile attivazione di un servizio di automedica.

Grazie al lavoro delle pubbliche assistenze della Valle Scrivia che hanno raccolto oltre 4000 firme a supporto della richiesta di istituzione di un’Automedica in Valle nelle ultime settimane si sono tenuti incontri a vari livelli istituzionali con la Regione Liguria, il 118, la ASL 3 e, ovviamente, tra i comuni per esaminare la possibilità di istituire presso l’ex-ospedale “Luigi Frugone” un servizio di primo intervento con automedica.

“Il nostro gruppo ha sempre sostenuto la necessità che in tempi certi venga attivato un servizio di prima emergenza in Valle Scrivia per superare almeno parzialmente le gravi carenze strutturali in materia sanitaria attraverso l’istituzione in tempi brevi di un servizio di Automedica che copra possibilmente tutte le 24 ore e della Residenza Sanitaria Assistenziale promessa da anni”, dichiara la Capogruppo Adriana Picollo.

Nell’interrogazione si chiede alla Giunta di sapere quali siano stati gli esiti degli incontri istituzionali tenuti negli ultimi mesi, se tali incontri abbiano reso praticabile l’apertura in Valle Scrivia di un servizio di primo intervento con Automedica e quali siano i tempi previsti per l’attivazione di tale servizio di primo intervento e della RSA presso l’ex ospedale “Luigi Frugone”.

“Siamo interessati inoltre – termina Picollo – a conoscere quale concreto ruolo di supporto, economico ed organizzativo, sia garantito dalle Amministrazioni comunali e dalle pubbliche assistenze di valle per il raggiungimento di tale importante obiettivo e della sua continuità nel tempo.”