Cumulo di pene

Arrestato di nuovo il “decano” dei ladri: “Ho 74 anni e non so fare altro”

Genova. Un 74enne, noto topo d’appartamento, torna in carcere, visto che ieri è stato arrestato dai carabinieri che gli hanno comunicato un cumulo di pene per due furti commessi nel 2014 in appartamenti a Genova e Santa Margherita. Il settantenne deve scontare un anno e tre mesi.

I carabinieri della stazione di Savignone, in Vallescrivia, lo hanno rintracciato nella casa dove vive a Casella. L’uomo, come riferisce il suo legale, l’avvocato Vittorio Pendini, non fa mistero che “Rubare in casa è l’unico
lavoro che sa fare”. La sua giustificazione è chiara: “Non ho una pensione e sono costretto a rubare per campare”.

Giancarlo in carcere però resterà poco vista la sua malattia che lo rende inconfondibile se inquadrato dalle telecamere. Un segno particolare sulla sua testa che lui cerca di nascondere indossando ampi cappelli, ma che non passa inosservato agli occhi degli esperti inquirenti che conoscono bene Giancarlo, il decano dei ladri genovesi.