Dopo 6 mesi

Arenzano: Aurelia pronta, manca solo l’ok della Procura fotogallery

Arenzano. “Ormai manca solo il nullaosta della Procura della Repubblica, ma la strada che collega Arenzano a Genova è pronta ad aprire anche se su una sola corsia”. A spiegarlo nel corso del sopralluogo che si è tenuto sul cantiere il presidente della regione Liguria Giovanni Toti e il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani.

“Abbiamo completato le attività volute dalla Procura, collaborando con la Regione. Aspettiamo il dissequestro dell’area. Abbiamo fatto quello che si poteva fare evitando di discutere su di chi fosse la responsabilità”, ha detto Armani.

“Questo è stato un problema serissimo che poteva durare ancora di più. Per quanto riguarda Regione e Anas, il cantiere per la messa in sicurezza della frana è sostanzialmente terminato. Entro fine anno apriremo anche la seconda corsia,
come programmato”, ha detto Toti.

“Il lavoro è stato ultimato nei tempi più brevi possibili – hanno spiegato – e sono state rispettate le richieste e le prescrizioni fatte dalla Procura”.

Il cantiere era stato aperto ai primi di luglio dopo gli accertamenti compiuti dalla Procura e dopo aver espletato le
gare per l’aggiudicazione dei lavori. L’intervento era stato autorizzato dal prefetto “in danno”, perché i privati
proprietari dell’area non erano in grado di ripristinare la sicurezza della collina.

Il via libera si attende comunque in tempo breve, liberando il paese della riviera di ponente da un incubo durato oltre sei mesi.

leggi anche
  • Il bilancio
    Frana Arenzano, sindaco Biorci: “Perso in media il 30% del fatturato”