Quantcast
Summit

Terremoto in centro Italia: il premier Renzi da Piano per parlare di ricostruzione

Matteo Renzi a Genova

Genova. Blitz a sorpresa, questa mattina, del premier Matteo Renzi arrivato, questa mattina in elicottero a Vesima, nel”immediato ponente genovese, per incontrare l’architetto Renzo Piano. Il presidente del consiglio, arrivato assieme alla moglie Agnese, e’ stato accolto nel giardino e, dopo una visita ala fondazione, è stato accompagnato nella casa studio attraverso l’ascensore panoramico.

Secondo le prime indiscrezioni l’incontro, che era stato già deciso da tempo, sarebbe diventato l’occasione per confronttarsi in merito alla ricostruzione nei paesi del centro Italia distrutti dal terribile terremoto. Una visita durata oltre 4 ore, nel corso delle quali, comunque, non si esclude che possano essere stati affrontati anche altri argomenti legati maggiormente al nostro territorio, come i progetti del Blueprint che il grande architetto ha donato a Genova.

Il premier, che ha lasciato l’abitazione di Renzo Piano intorno alle 17.30, è subito ripartito senza nessun incontro “istituzionale”. Renzi non ha rilasciato dichiarazioni, stretto riserbo anche da parte dell’architetto Piano, a dimostrazione di come questa visita fosse da considerarsi rigorosamente “top secret”.

leggi anche
terremoto
Cronaca
Terremoto in centro Italia, l’impegno dei circoli del Prc genovese
piazza de ferrari donazione sangue
Solidarietà
Terremoto in centro Italia, anche oggi coda per donare il sangue
sagra amatriciana
L'iniziativa
Terremoto in centro Italia, la proposta: “Amatriciana in tutte le sagre della Liguria”
terremoto centro italia
Aiuto
Terremoto in centro Italia, Anci Liguria mobilitato per fornire tecnici
terremoto soccorsi savonesi
Solidarietà
Terremoto in centro Italia: gli ultras del Genoa raccolgono generi di prima necessità
Dalla Liguria ad Amatrice per trovare i dispersi
Vergogna
Terremoto, lo sciacallo raccoglieva soldi per giocare d’azzardo
gabriele terremoto centro italia
Solidarietà
Terremoto, l’aiuto del Comitato di piazza Galileo Ferraris al giovane Gabriele