Quantcast
Decoro

Piazza Caricamento, il 16 agosto lavori al via: sparisce il vespasiano fotogallery

Area ripulita e cassonetti della spazzatura meno "impattanti"

Genova. Piazza Caricamento, spesso uno dei primi biglietti da visita della città per i turisti, si rifà il look. Dopo le polemiche delle scorse settimane, partirà infatti il 16 agosto la prima fase dei lavori di riassetto. Alla fine della seconda, prevista a settembre, nella piazza scompariranno i vespasiani e i bidoni della spazzatura dovrebbero offrire un colpo d’occhio meno impattante.

A partire da martedì verranno smantellati i mascheramenti e i servizi igienici. La zona verrà quindi ripulita e spostata di alcuni metri verso il mare. Cambieranno, ma solo a settembre, anche i cassonetti: al posto degli attuali da 1.000 litri per il carico posteriore arriveranno quelli da 3.200 da caricare lateralmente. Meno bidoni per occupare meno spazio, insomma.

Alla fine a Caricamento stazioneranno 3 contenitori per i rifiuti indifferenziati, svuotati 3-4 volte al giorno, 3 per la carta e gli imballaggi di cartone, 1 per il multi materiale (plastica e lattine) e 1 campana per il vetro.

”Pur consapevole del fatto che su piazza Caricamento è necessario concentrare ancora l’attenzione dell’Amministrazione – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Crivello – Questo intervento – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Crivello – segue la precisa volontà di riordino degli spazi che la Giunta Doria ha chiaramente espresso sin dal suo insediamento. Rimuovere tutti i cantieri storici senza riaprirne nessuno è una scelta importante e utile alla città, che non veniva applicata da anni”.

“L’area di piazza Caricamento rappresenta uno dei più importanti biglietti da visita della città – aggiunge l’assessore all’Ambiente Italo Porcile – Questo intervento di riordino, che è stato molto atteso, avvia un percorso che può restituire alla zona un’immagine e una funzione diversa. Non è solo un passo avanti verso un maggior decoro, è un segnale importante di cura e attenzione da parte dell’Amministrazione per una delle zone simbolo della storia della città e del suo più recente sviluppo come grande centro turistico e culturale”.

leggi anche
  • La mappa
    Nasce il “Pipi Tour”, il TripAdvisor dei bagni pubblici genovesi