Quantcast
L'inchiesta

Giovane siriano arrestato per terrorismo, altri 6 indagati di cui cinque a Genova

Indagati il fratello e tre Imam genovesi

Genova. E’ di un fermo e sei indagati, di cui cinque a Genova il bilancio dell’inchiesta condotta dalla procura distrettuale antiterrorismo di Genova per reclutamento e associazione finalizzata al terrorismo. Questa mattina un 23 enne Mahmoud Jirad siriano residente a Varese è stato arrestato poco prima della sua partenza per la Siria dove intendeva arruolarsi nel gruppo jidaista legato ad Al Qaeda Jabat al Nusra. Secondo la Digos di Genova, che con il capo dell’antiterrorismo Riccardo Perisi ha condotto l’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Federico Manotti, il giovane che si era già recato in Siria nel 2015 si sarebbe ulteriormente radicalizzato proprio nel capoluogo ligure dove era in contatto con alcuni imam ed altri soggetti che sono per questo stati indagati. in alcuni luoghi di culto.

Un particolare sono stati perquisiti tratta dei centri di preghiera di piazza Durazzo e vico Amandorla in centro storico, via Castelli a Sampierdarena, e via Cereghetti a Rapallo. Nel registro degli indagati sono finiti tre imam genovesi, imam di cui uno albanese e due altre persone di nazionalità marocchina che frequentano i centri di culto genovesi. Si tratta di Mohamed Naji, 34 anni marocchino, imam di vico Amandorla, Mohammed Ali Hothman, 23 anni, predicatore del nuovo centro islamico di via Castelli e Enes Bledar Brehta, 34 anni, imam di piazza Durazzo.

Indagato anche il fratello più piccolo del 23 enne che avrebbe dovuto partire per la Siria con lui.
La procura di Genova e la Digos sottolineano come la famiglia fosse osservante ma anche fortemente contraria a derive jiadiste. Forse anche per questo il giovane era entrato in contatto con gli ambienti genovesi. Agli indagati sono stati sequestrati pc e telefonini.

Il ragazzo era nato in Siria ed arrivato in Italia per ricongiungersi con la famiglia solo nel 2012. Probabilmente le difficoltà incontrate nell’integrazione avevano portato a un percorso di radicalizzazione. A Varese però era entrato in contrasto con esponenti della comunità musulmana, trovando invece un terreno più fertile a Genova. Tra gli indagati uno di loro sarebbe stato in contatto anche con i tre libici arrestati a gennaio e poi rilasciati e scomparsi nel nulla

leggi anche
polizia arresto siriano
Operazione fitna
Giovane siriano arrestato per terrorismo: cinque perquisizioni a Genova
tribunale genova
L'indagine
Indagato per terrorismo uno dei marocchini arrestati per droga a Savona
Generica
L'indagine
Terrorismo, la ‘misteriosa’ ragazza con il fucile è… un’attrice di Bollywood
carabinieri santa margherita
Carabinieri
Controlli antiterrorismo a Levante: espulsi 4 extracomunitari
Generica
Indagine contro ignoti
Marocchini arrestati per droga a Savona, per la Procura di Genova “non sono indagati per terrorismo”
polizia
Inchiodati
Terrorismo, la polizia di Genova arresta due marocchini
maschera carnevale
Santa margherita
Terrorismo, le maschere fanno paura: a Santa Margherita salta il Carnevale d’agosto
Generica
Genova
Terrorismo, Toti: “Basta buonismo e accoglienza indiscriminata”
palazzo di giustizia tribunale genova
Le intercettazioni
Terrorismo, il giovane siriano inneggiava alla jihad su whatsapp: “Bisogna spargere sangue sciita”
Jrad Mahmoud siriano imam
L'indagine
Terrorismo, le immagini del siriano in piazza Durazzo: nel suo pc 14 mila file con immagini di jihadisti
Generica
Socialmente pericoloso
Terrorismo, respinta la richiesta di permesso di soggiorno dell’Imam di Sampierdarena