Schiacciante vittoria

Due genovesi conquistano la Thailandia: Cangelosi e Di Luca sbancano il Max Muay Thai

Genova. Shan Cangelosi e Matteo di Luca, fighter professionisti della Sanpayak Gym Cangelosi di Genova, hanno di recente sbancato il Max Muay Thai a Bangkok. A segno due straordinarie vittorie contro i campioni tailandesi in uno degli eventi di Boxe thailandese in una delle più prestigiose vetrine per la Muay Thai mondiale.

Il Max Muay Thai, nato da pochi anni e trasmesso in diretta sulla pay-tv tailandese Channel 8, si propone in particolare di promuovere combattimenti fra atleti thailendesi e atleti stranieri, in modo da assicurare il successo della piattaforma su scala internazionale, fornendo lo spettacolo della Muay Thai più autentica ed eccitante ad un pubblico vasto e appassionato.

Di Luca e Cangelosi hanno combattuto a distanza di una settimana, di domenica in domenica, con il primo che, il 24 luglio scorso, al suo primo combattimento nella patria della Thai Boxe, ha sconfitto in un match entusiasmante Petchsamart Kor Klanboot, fighter sulla carta ben più esperto del genovese. Di Luca, però, nonostante un avvio di match difficoltoso, è riuscito a ribaltare la situazione con grande carattere, tecnica e determinazione, infiammando il pubblico di casa e ottenendo una schiacciante vittoria ai punti dopo tre round di lotta serratissima. Nel primo round, Di Luca infligge un conteggio al proprio avversario grazie a una gomitata circolare destra che non lascia scampo. Da lì in poi, è un susseguirsi di tecniche di gamba, ginocchio, pugno e soprattutto gomito, con l’atleta genovese che riesce a imporre il proprio ritmo e il proprio carattere al match. Alla fine, il verdetto dei giudici è unanime e il pubblico, entusiasta, premia lo spettacolo con il “Super Bonus” (il premio ai match più belli dell’evento, che, in due settimane di incontri, è stato attribuito solamente ai due atleti genovesi!). Grande emozione e grande gioia per Di Luca, attorniato da decine e decine di fan che lo fotografano alla fine dell’incontro.

Stesse emozioni, sette giorni dopo, anche per Shan Cangelosi, maestro e compagno di Luca presso la Sanpayak Gym Cangelosi. Shan ha affrontato il tailandese Jenwat Kor Kasanon in un match duro e senza esclusione di colpi, nel quale le tecniche di gomito hanno nuovamente fatto da padrone, infiammando il pubblico di casa. Come Di Luca, anche Cangelosi è riuscito nell’impresa di atterrare il suo avversario con una gomitata circolare destra durante il primo round. Il giovane tailandese, lungi dall’essere intimorito, ha però continuato a combattere con coraggio e senza esclusione di colpi. Alla fine del primo round, l’atleta genovese è leggermente in vantaggio. L’incontro riprende e Cangelosi, in un confronto intensissimo, è più bravo del tailandese a piazzare qualche buona tecnica di gomito e di braccia, prendendo il largo. Nel terzo e ultimo round, con la fatica che inizia a farsi sentire, il genovese cambia strategia e, pur continuando a piazzare qualche combinazione di gomito, inizia a lavorare sulle gambe dell’avversario con dei potenti low kick (calci bassi verso sulla gamba) e tenendo l’avversario lontano grazie al suo calcio frontale. Alla fine, la vittoria è unanime. Anche questo match viene premiato dal pubblico con il “Super Bonus” e il successo per gli atleti genovesi della Sanpayak Gym è dunque completo.

All’epilogo, gli organizzatori del Max Muay Thai propongono a Cangelolsi di organizzare una sfida a squadre, The Battle, scegliendo cinque fra i suoi migliori atleti da portare in Thailandia per sfidare cinque contendenti di una palestra tailandese.

leggi anche
  • Gala du phénix
    Muay Thai: un genovese campione a Marsiglia
  • Sport
    Genova e le sue storie: il Maestro di Kung Fu Paolo Cangelosi