Quantcast
Profughi

Dipartimento Nazionale sicurezza e immigrazione della Lega Nord chiede incontro al prefetto

via xx settembre palazzo profughi

Genova. Il responsabile del dipartimento regionale della Liguria sicurezza e immigrazione Davide Rossi insieme ai componenti sono seriamente preoccupati della situazione profughi nella nostra regione, ma soprattutto a Genova.

“I fatti gravissimi di Ventimiglia, i continui episodi di violenza che questi individui compiono quotidianamente in giro per l’ Italia mettono alla luce le incapacità penose del Governo Renzi nel tutelare il proprio popolo in quanto accecato dal proprio e ottuso ego e impegnato a garantire business ai suoi amici di partito, associazioni e cooperative. Mentre la regione attraverso le azioni dell’ assessore Rixi si stava impegnando con politiche di rilancio del commercio di Via Venti Settembre, che necessiterebbe se esistesse un sindaco più serio di Doria di un restyling urbanistico di qualità, la prefettura individuava il luogo consono per l’ ospitalità di circa 25 presunti profughi, in barba ai commercianti, al rilancio, al turismo di fine estate, dei residenti, regalando un nuovo business alla cooperativa che li gestirà, che guarda caso è sempre la stessa in tutta la città, unica partecipante al bando e unica vincitrice, un caso degno della capitale come l’ assegnazione di molti bandi in questa città in questi ultimi anni, vedi il bando di assegnazione della gestione dei Giardini Luzzati in centro storico vinto dal Ce.sto, associazione avversata dai residenti, composta da attivisti dei centri sociali, che si occupa di accoglienza dei profughi anch’essa”, dichiara Davide Rossi.

“Siamo stufi di questo andazzo e preoccupati di questa pericola e malsana accoglienza che persegue l’ idea sovranazionale di sostituzione di un popolo con un altro e di distruzione delle culture e degli equilibri locali, con Davide Rossi e Tony Iwobi abbiamo attivato un lavoro su più direzioni, dalla predisposizione di documenti da far votare in comune e nei nove municipi genovesi, passando per un presidio di raccolta firme in Via Venti Settembre che si annuncia già dai residenti molto necessario, in oltre faremo insieme alla Lega una grande manifestazione, cercheremo di bloccare l’ arrivo di questi profughi in Via Venti Settembre in ogni modo, in fine chiederemo un incontro urgente al Prefetto”, conclude Rossi

leggi anche
Argomento
Profughi: la proposta di Regazzoni, Gozzi e Raggi
via xx settembre palazzo profughi
Genova
Profughi, il presidente Toti: “Scelta sciagurata ospitarli in via XX Settembre”
via xx settembre palazzo profughi
Linea dura
Profughi in via XX, assessore Rixi: “Ci opporremo in ogni modo”