Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centri per l’impiego, Berrino: “Massima disponibilità, ma su riforma non si torna indietro”

Liguria. “La politica populista della Paita l’hanno hanno capita tutti i liguri: si ostina a trincerarsi dietro il governo, quel governo che insieme ai liguri non le ha dato fiducia. Sarebbe opportuno che iniziasse a parlare all’interno del suo partito e non sulla stampa. Evidentemente non trova meglio da fare che screditare chi sta lavorando per riparare il malgoverno dell’ultimo decennio…quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba”.

Così l’assessore regionale al Lavoro, Gianni Berrino risponde alla polemica sollevata dalla capogruppo del Pd in Consiglio regionale Raffaella Paita in merito ai precari dei centri per l’impiego.

Circa il merito della questione, poi, Berrino spiega che “per quanto riguarda i precari di Spezia e Imperia il problema non è della Regione che già dato la disponibilità dei fondi per il rinnovo del contratto. Il fatto, poi, che la Provincia di Spezia sia in pre-dissesto come molte altre in Italia e che la Provincia di Imperia abbia sforato il patto di stabilità per cui non possono rinnovare i contratti di lavoro costituisce un problema giuridico di cui ci siamo comunque fatti carico per trovare soluzioni alternative, anche sollecitando i due enti e i sindacati a rivolgersi al governo per chiedere una deroga. Se cosi non sarà – aggiunge l’assessore regionale al Lavoro – stiamo comunque strade alternative per assicurare la continuità lavorativa e occupazionale di queste 29 persone. Per quanto riguarda, poi, i lavoratori del centro per l’impiego Motiva preciso che il collocamento disabili non viene toccato dalla riforma varata da questa maggioranza mentre per i servizi che andranno a mercato abbiamo avviato una discussione ampia con i sindacati per valutare tutte le opzioni affinché nessuno rimanga indietro. Il rinnovamento delle politiche attive del lavoro è comunque imprescindibile e non rinviabile per questa amministrazione e quindi – conclude l’assessore Berrino – non siamo disposti a tornare indietro rispetto al percorso iniziato”.