Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Case popolari: 2 milioni di euro per ristrutturare appartamenti a Pra’, Voltri e nel centro storico

Genova. Saranno 49, in tre diverse zone della città, gli appartamenti di edilizia residenziale pubblica interessati da un progetto che investirà quasi due milioni di euro nel recupero di appartamenti sfitti, mettendoli a disposizione di nuovi inquilini entro due anni dall’affidamento dei lavori (previsto per inizio 2017).

La Giunta ha approvato questa mattina, su proposta dell’assessore alle Politiche della Casa Emanuela Fracassi e dell’assessore alle Manutenzioni Giovanni Crivello, i progetti definitivi per gli interventi di manutenzione straordinaria ad alloggi sfitti e in disuso nelle zone di Prà, Voltri e Centro Storico.

I 49 alloggi sono distribuiti nelle zone di Prà (via Pavese, via Vittorini, via Quasimodo), Voltri (via Calamandrei, via Pastore, via 2 Dicembre 1944) e Centro Storico (salita Prione, via del Colle, vico del Dragone, vico di Mezzagalera, via Prè, piazza S.Elena, piazza Truogoli S. Brigida, piazzetta dei Tintori, vico Dora, vico Durazzo, vico Macellari, vico di santa Fede,vico Salvaghi, salita Oregina, via Carbone,via della Cella), per una superficie complessiva di circa 3400 mq. La spesa è di 1.963.963 euro, che richiederà un adeguamento del Programma Triennale dei Lavori Pubblici per una quota aggiuntiva di 54.638 euro rispetto a quanto nelle previsioni.

Il Comune di Genova, con il suo piano di lavori di manutenzione e recupero degli alloggi ERP, sta attuando una delle articolazioni più importanti del Decreto Casa definito nel 2014 dal Ministero delle Infrastrutture, che consente di far fronte al disagio abitativo affrontando con una visione più ampia la difficile problematica della gestione degli alloggi ERP sfitti: intervenire tempestivamente sul recupero funzionale dell’alloggio consente la sua immediata assegnazione ed argina il fenomeno, in crescita, delle occupazioni abusive.

La scelta degli alloggi sfitti da ristrutturare è stata concentrata in zone dove sono già in atto opere di riqualificazione degli involucri edilizi di interi fabbricati, anche al fine di ottimizzare i risultati dei programmi già in fase di attuazione: a Prà dove è in corso l’intervento di riqualificazione energetica delle cosiddette “Barre alte delle Lavatrici” nel quartiere di San Pietro, finanziato nell’ambito del progetto europeo R2Cities in fase di ultimazione, e a Voltri con il Contratto di Quartiere di Voltri 2, in fase di collaudo.

Questo intervento fa parte del Programma Quadro Locale Di Social Housing 2009–  Piano Locale Casa (PLC), che ha permesso il recupero di 100 appartamenti e si integra con altri programmi di recupero in corso di attuazione che testimoniano l’attenzione dell’Amministrazione alle problematiche dell’emergenza abitativa: tra questi, il Programma Sperimentale volto a fornire modelli innovativi per i genitori separati (attuati ed assegnati ad oggi 5 alloggi), il Piano Nazionale di Edilizia Abitativa con un intervento di recupero di 40 alloggi nelle zone Ponente e Valpolcevera che si concluderà entro il 2016, il Programma di finanziamento per manutenzione alloggi ex L.80/2014 che ha ottenuto un finanziamento ministeriale per la completa manutenzione straordinaria di un immobile in via Brocchi – Begato (immobile costituito da 70 alloggi) , con affidamento della progettazione in corso, il Programma rigenerazione urbana, edilizia residenziale sociale e valorizzazione del patrimonio pubblico, che prevede la ristrutturazione edilizia di un immobile dismesso, di civica proprietà,  sito in via Nicolò Costa civici  7A e 11, che ospiterà una struttura di ospitalità ad alloggi temporanei con servizi comuni e i cui lavori lavori inizieranno tra un anno, e il PON Metro 2014/2020, che prevede interventi di recupero di 50 alloggi sfitti da realizzarsi a partire dal 2018.