Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Casa della Salute in Valpolcevera, a settembre assemblea pubblica

Spi Cgil: "Senza risposte pronti a mobilitarci"

Genova. Un’assemblea pubblica organizzata dai sindacati pensionati di Cgil, Cisl e Uil a settembre. Poi, se non arriveranno nuovi sviluppi, andrà in scena la protesta. Non c’è pace per la Casa della Salute della Valpolcevera, progetto ormai da anni avviato, ma mai veramente decollato, anche dopo l’ultimo accordo del marzo 2015.

La struttura, di norma, prevederebbe piastra ambulatoriale, centro prelievi, cup, sede del 118 e un determinato numero di posti letto, sgravando al contempo ospedali e pronto soccorso. Attualmente questi e altri servizi sono sparsi tra gli ex ospedali Pastorino, nei piani destinato proprio ad ospitare la Casa della Salute, e Celesia, l’ospedale Gallino e il poliambulatorio di via Bonghi.

“Al momento – spiega lo Spi Cgil – i 4 milioni da utilizzare per l’operazione sono scesi a circa 600 mila euro, decisamente al disotto del necessario, mentre, di rinvio in rinvio, è arrivato ad un anno il tempo d’attesa del piano di fattibilità. Nel frattempo, del tutto unilateralmente, due RSA e il centro di educazione motoria sono state spostate dal Gallino all’ex ospedale Celesia”.

“La misura è colma e la vecchia politica dei due tempi è inaccettabile. Prima – conclude il sindacato dei pensionati – si deve definire il nuovo assetto dei servizi e solo successivamente si potrà stabilire la ricomposizione di quanto è già presente. Chiederemo a partiti e amministratori una precisa assunzione di responsabilità. Senza risposte la mobilitazione dei cittadini diverrà inevitabile”.