Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionato del Tigullio, “Trofeo Renato Lombardi”: quarta giornata in archivio

Tra i dinghy, dopo 9 prove, Filippo Jannello ha all'attivo 6 primi posti

Santa Margherita Ligure. Il Campionato del Tigullio “Trofeo Renato Lombardi” ha girato la boa della quarta giornata sulle sette previste e la lotta si fa non dura, ma durissima. Sabato 6 agosto, dopo una notte in cui il vento minacciava sfracelli, il comitato di regata capitanato dall’inossidabile Lillia Cuneo ha trascinato tutti in mare e ha dato il via con 24 concorrenti ad una bella prova con sud ovest sui 12 nodi.

Il primo posto? Scontato. L’immancabile Filippo Jannello sul suo Sant’Orsola “Cicci”, scafo blu con opera viva arancione che può considerarsi quasi d’epoca tra i dinghy moderni in vetroresina e legno. Il timoniere milanese tesserato con il Circolo Velico Santa Margherita Ligure, attualmente in seconda posizione sia nella Coppa Italia che nella Ranking List nazionali, ha preso il comando e non l’ha mollato più.

E’ dietro di lui che si è scatenata la battaglia all’ultimo bordo. Alessandro Pedone, monegasco che ha eletto la flotta del Tigullio per affinare sul dinghy le sue già ottime capacità di regatante, col suo Cice è riuscito a conquistare il secondo posto davanti a un Paolo Ermolli scatenato, al Canarino Feroce di Aldo Samele Acquaviva, al CapoFlotta della Liguria Fabio Pardelli e a Cavallo Indomito di Francesca Lodigiani. Da segnalare l’ottavo posto di Gianni Fabro e il nono di Elio Dondero. I due master, come si è confermato nella seconda prova della giornata, sono infatti in grande spolvero.

Finita la prima regata il vento comincia a salire sempre di più: tutti prua al vento con le vele che sbattono forsennatamente, mentre sulla barca giuria si nota una certa preoccupazione viste le raffiche che superano i 20 nodi (il limite massimo per regatare per i dinghy è 16 nodi) e spazzolano il mare che a tratti diventa bianco. Passano alcuni minuti, le condizioni diventano più praticabili e si dà il via.

Peccato che appena partiti ci sia un salto di vento di 180 gradi e che raffiche maligne castighino alcuni tanto da causare scuffie e semiscuffie, mentre altri restano in bonaccia e altri a pochi metri, graziati, prendano il largo. Però si continua e la prova diventa tatticamente molto impegnativa. Al primo posto? Nuovamente Jannello seguito da un Fabio Pardelli sul suo Lillia rosso Uly che non sbaglia una scelta. Terzo è il Lillia nero di Stefano Sacchi, quarto (ma è stato buon terzo tutta la prova) Gianni Fabro, quinto un ottimo Bruno Tosco, sesto Andrea Falciola che in questa giornata è apparso sotto i suoi standard, e settimo Elio Dondero.

A questo punto merita un flash la classifica generale del Campionato dopo 9 prove, che tiene conto già di due scarti. Al comando è Filippo Jannello, che ha già inannellato 6 primi, seguito da Alessandro Pedone, Francesca Lodigiani, Marcello De Gasperi e Stefano Sacchi. Ma nelle tre giornate che mancano alla conclusione rientreranno in gara anche il campione Vittorio D’Albertas e l’ottimo Gin Gazzolo, assenti sabato, e inoltre scatterà il terzo scarto. La partita, specie per i posti meno alti del podio, è quindi ancora apertissima.

Dai Dinghy 12’ ai Laser che quest’anno vedono la partecipazione solo di tre concorrenti. Sabato Elisa Ascoli, nipote del grande Pietro D’Alì, ha vinto entrambe le dure prove ed è a un solo punto da Andrea Chiappe che conduce la classifica generale.

Clicca qui per consultare le classifiche complete.

Pausa di Ferragosto ora per il Campionato del Tigullio, ma non per il Circolo Velico di Santa. Questo venerdì 12 agosto si recupera infatti la Lui e Lei che domenica non si è potuta correre per il troppo vento. Ci si rivedrà poi il 20 e il 21 agosto con un week end di fuoco: sabato la quinta giornata del Campionato; la sera, con luna piena, veleggiata notturna con navigazione da Portofino al porto di Santa e domenica la Nonno e Nipote.