Quantcast
Stop

Verso Genova 2017, la Lega avverte il centrodestra: “Prima i programmi, poi i nomi”

Genova. “Apprendiamo dai giornali che il Presidente della Regione Liguria, Toti, ha già espresso un nome di suo gradimento e ben accetto da tutto il centrodestra, che è quello della moglie di Edoardo Garrone, presidente Erg ed ex presidente della Sampdoria. A noi interessa, prima di proporre dei nomi che possano essere graditi a tutto il centro destra, parlare di programmi per cambiare e migliorare Genova e farla tornare la Superba”. Così Stefano Garassino, Segretario provinciale di Genova della Lega Nord, dopo le notizie diffuse a mezzo stampa, che hanno colto la Lega di sorpresa.

“Solo allora e intorno ai programmi condivisi si individuerà un nome che abbia le competenze, l’entusiasmo, la dedizione – incalza il segretario genovese del Carroccio – e soprattutto che ami Genova in modo che possa essere il custode e l’esecutore del programma per una città più sicura, bella di cui poter andare orgogliosi”.

leggi anche
  • Il retroscena
    Verso Genova 2017, il centro destra pronto al contropiede punta sull’effetto ‘sorpresa’
  • Il commento
    Amministrative 2016, Toti: “Il da farsi è chiarissimo, gli elettori premiano il centro destra unito”
  • Elezioni
    Verso Genova 2017, Centro Democratico: “Tra Regazzoni e Terrile nel Pd meglio Doria”