Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Under 17 A, Bogliasco Bene in festa: è campione d’Italia

La cavalcata trionfale dei biancoazzurri si è conclusa con un netto successo sulla Telimar

Bogliasco. Il Bogliasco Bene sale sul gradino più alto del podio, vincendo lo scudetto Under 17 A.

Un’impresa straordinaria quella della squadra di capitan Tamburini, imbattuta e vincente. I bogliaschini non hanno sbagliato nulla, dando vita ad un percorso perfetto, sempre concentrati, attenti in difesa e spietati in attacco.

La finale parte subito bene, con quattro reti in sequenza. La reazione della Telimar arriva a 27 secondi dal termine della prima frazione. Il secondo tempo è di contenimento: un gol subito e due realizzati. Terzo tempo, una rete per parte ma la distanza è già siderale: 7-3. Nulla da fare nemmeno nell’ultima frazione di gioco con il Bogliasco che segna una tripletta e gli avversari che restano a guardare.

Poi arriva il momento del tuffo collettivo, gli abbracci, le lacrime di gioia e la consapevolezza, ancora una volta, che il lavoro paga. Una formazione che mister Gambacorta, tornato a casa quest’anno, ha ereditato da Marco Sbolgi. Uno scudetto meraviglioso che porta, ancora una volta, sul tetto d’Italia il piccolo paese di Bogliasco dove la pallanuoto ha il sapore ed il profumo del pane buono, fresco, quotidiano.

Penso che sia una soddisfazione pazzesca, a prescindere dal mio primo anno da allenatore – dichiara Fabio Gambacorta -. Una cavalcata trionfale, abbiamo perso una partita in tutta la stagione siamo venuti a Roma in un ambiente non casalingo e vinto tutto, compresa la finale con il risultato netto di 10-3 contro una formazione che ha battuto una delle squadre più forti del torneo. Sono orgogliosissimo dei miei ragazzi e felice per me. Mi viene da dire grazie perché è una parola universale. Dedico lo scudetto a tutte le persone che mi sono state vicine, poche ma vere. Il mio ringraziamento più grande va a questi ragazzi che mi hanno accettato e ascoltato. Al presidente Gavazzi e a tutta la società per avermi dato questa possibilità”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Telimar Palermo 10-3
(Parziali: 4-1, 2-1, 1-1, 3-0)
Bogliasco Bene: Di Donna, Merli, Tamburini 3, Greco, Ferrero II 1, Caliogna 3, M. Guidi 1, G. Guidi, Rosso, Daniele 1, Faita, Chiarlo, Ferrero I. All. Gambacorta.
Telimar Palermo: Radicello, Presti, Geloso 1, Scalici, Di Maio, Raineri, Giliberti, Barberini 1, De Caro 1, Di Piazza, Lo Dico, Messana. All. Schimmenti.
Arbitri: Riccitelli e Zedda.
Note. Superiorità numeriche Bogliasco 2 su 8, Telimar 1 su 7. Lo Dico espulso definitivamente nel quarto tempo. Usciti per limite di falli: Daniele nel quarto tempo

Il Lavagna 90 DiMeglio termina al sesto posto assoluto, cedendo di misura nella finale con la Canottieri Napoli, nonostante un tentativo di rimonta finale.

Il tabellino:
Lavagna 90 DiMeglio – Canottieri Napoli 9-10
(Parziali: 1-2, 1-3, 2-2, 5-3)
Lavagna 90 DiMeglio: Gambutti, Gatti, Gastaldi 1, Giribaldi, Vario, Pagliuso 2, Corsini, Bsoul, Luce 4, Botto, Giambruno, Bassani 2, Lagomarsino. All. Berri.
Canottieri Napoli: Rossa, Zizza 1, Parrella 1, Capolupo 1, Sibilio, Anello 2, Tancovi 2, Lanfranco, Brancaccio, G. Di Martire, Tartaro 3, Altomare. All. Massa.
Arbitri: D’Antoni e Carmignani.
Note. Superiorità numeriche: Lavagna 2 su 5 più 1 rigore segnato, Napoli 2 su 4. Nessuno uscito per limite di falli.