Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Traffico, incidenti e grandi esodi. Polstrada: “Uccide più il telefono dell’alta velocità”

Genova. Partenze intelligenti e, sopratutto, grande attenzione alle norme comportamentali. In questi giorni di esodo la Polizia Stradale ricorda quelle che sono alcune delle regole più importanti per prevenire il rischio quando ci si mette in viaggio con la propria automobile. L’invito è, come sempre, quello di programmare il proprio percorso cercando di evitare le ore di maggior afflusso.

coda autostrada a10

“Avvicinandoci ai grandi esodi saremo, ovviamente, presenti su strade e autostrade italiane – premette il dirigente della Polizia Stradale di Genova, Alessandra Bucci – nella speranza che i dati sull’incidentalità non siano elevati, raccomando di usare la massima prudenza e di fare le cosiddette partenze intelligenti che, in ogni caso, contribuiscono a migliorare la circolazione stradale”.

Ma la preoccupazione di chi vigila sulla nostra rete viaria riguarda, sopratutto, il rischio di incidenti e, proprio per questo, la Polstrada invita a tenere la massima attenzione. I consigli restano quelli classici, di buonsenso. Fermarsi in caso di stanchezza, evitare le ore più calde per mettersi in viaggio, evitare cibi pesanti e bevande alcoliche. Ma a queste si aggiungono anche altre indicazioni, fondamentali per ridurre l’incidentalità.

“Le norme comportamentali devono essere sempre osservate – sottolinea Bucci – visto che la maggior parte degli incidenti avviene per distrazione o perché non si tiene un comportamento di guida corretto. L’eccesso di velocità, alla fine, non è tra le cause più frequenti di incidente stradale. Molto più spesso questi vengono causati da una scorretta attenzione alla guida dovuta, ad esempio, all’utilizzo del cellulare”.