Quantcast
In via montaldo

Ruba il cagnolino di una prostituta: l’animale si ribella e precipita dall’ottavo piano: arrestato 47 enne

Lui si difende: "Lei mi doveva dei soldi, il cane l'ho chiuso in terrazzo ed è caduto da solo"

polizia

Genova. Una storia assurda e con i contorni ancora da chiarire. I fatti risalgono a ieri sera poco dopo le 22 quando in un caseggiato di via Montaldo i residenti notano macchie di sangue per le scale e sentono rumori e latrati provenienti da un appartamento che si trova all’ottavo piano.

Per questo chiamano la polizia che, giunta sul posto trova in un cortile la carcassa di cane di piccola taglia. Una volta saliti nell’appartamento trovano un uomo, un italiano di 47 anni, intento a ripulire le macchie dal ballatoio.

Da lì gli investigatori ricostruiscono quanto è accaduto. Il 47 enne infatti, che da tempo era cliente di una prostituta che abita in via fratelli Canale a Borgoratti, si era invaghito della donna e, per ragioni da appurare ieri sera, mentre la donna non era in casa, si è introdotto nel suo appartamento e le ha portato via il cane.

Il cane, spaventato, deve aver anche morso l’uomo durante il viaggio: questo per lo meno dicono le macchie di sangue. Una volta portato nel suo appartamento, il cane deve aver continuato ad abbaiare, poi improvvisamente è precipitato dal terrazzino ed è morto. Secondo la versione fornita alla polizia dall’uomo, lui si sarebbe introdotto a casa della donna perché lei gli doveva dei soldi e, non, trovandoli, avrebbe preso il cane, come una sorta di riscatto. Una volta portato nel suo appartamento l’uomo per evitare di essere nuovamente morso, avrebbe chiuso il cagnolino sul terrazzino e il cane sarebbe precipitato di sotto.

Ma la polizia non è convinta di questa versione e pensa che l’uomo dalla rabbia di essere stato aggredito dall’animale potrebbe anche averlo gettato di sotto. L’uomo è stato arrestato per furto aggravato e denunciato per uccisione di animali.

Più informazioni