Quantcast

Lettera al direttore

Regolamento parchi storici a Genova. Italia Nostra: “Orgogliosi del nostro contributo”

Genova. Ieri pomeriggio il Consiglio Comunale, nel corso di una lunga ed approfondita seduta, ha approvato con effetto immediato il nuovo “Regolamento d’ uso dei parchi storici” della citta’ di Genova, che affianca il “Regolamento del verde” gia’ da tempo in vigore.
Il primo e piu’ qualificante aspetto del nuovo regolamento consiste nell’assumere come riferimento ed allegare come parte integrante del testo la “Carta di Firenze”, documento emesso congiuntamente nel 1982 dalle istituzioni internazionali ICOMOS ( International Council of Monuments and Sites) ed IFLA ( International Federation of Landscape Architects).

Cio’ pone Genova, nel contesto italiano, tra le citta’ all’avanguardia nella tutela e conservazione di un patrimonio culturale del quale la citta’, con 22 parchi storici, e’ particolarmente ricca, completando cosi’ il lavoro gia’ svolto dalla citta’ per il riconoscimento dei palazzi dei Rolli da parte dall’ UNESCO.
Il secondo aspetto qualificante del Regolamento e’ che, dopo aver riconosciuto che i parchi storici sono a tutti gli effetti ” monumenti viventi “, l’ Amministrazione si impegna a nominarne i “curatori”, di adeguata professionalita’ e competenza, come gia’ si fa normalmente per i musei.

La nostra associazione e’ orgogliosa del contributo fornito – operando in stretto collegamento con le altre Associazioni e con l’ Universita’ -per ottenere questo risultato, a testimonianza di un impegno durato oltre un decennio.
Con questa base normativa ora sta a tutta la citta’ il compito di operare affinche’ le norme approvate vengano applicate e non restino solo sulla carta e la nostra associazione vigilera’ che questo avvenga realmente.

Italia Nostra sez. di Genova

leggi anche
nervi run
Parchi
Nervi Run, corsa con polemiche. M5S: “Spostatela”