Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Polo Tecnologico di Sestri Levante, assegnato l’ultimo immobile: le imprese salgono a 9

Sestri Levante. Ieri si è svolta l’asta pubblica relativa all’assegnazione dell’ultimo spazio disponibile presso il Polo Tecnologico sito in Baia del Silenzio: vincitore è risultata Tribridge. Fondata nel 1998 a Tampa in Florida, Tribridge è un’azienda statunitense di servizi tecnologici specializzata in applicazioni per il business e soluzioni cloud: fornisce supporto ai clienti nell’affrontare le sfide del business attraverso servizi di consulenza strategica e soluzioni innovative.

“All’inizio del mandato ho subito ricercato nuove soluzioni per rilanciare il complesso in Baia del Silenzio, ponendo in liquidazione la vecchia Fondazione Mediaterraneo e mettendo le basi per lo sviluppo del Polo Tecnologico. Dopo soli due anni, cogliamo un risultato importante: tutti gli spazi disponibili sono adesso
assegnati ed operano presso Palazzo Negrotto Cambiaso ed il Convento dell’Annunziata nove imprese che assicurano quasi cento posti di lavoro complessivi. In questo ciclo economico difficile, credo sia un risultato importante”, afferma il sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio.

La società ha chiuso il 2014 con un fatturato di 130 milioni di dollari e 650 dipendenti, suddivisi tra dieci sedi negli Stati Uniti. La controllata Tribridge Italy si occupa di servizi e consulenza informatici, quali, a titolo esemplificativo, implementazione, manutenzione e vendita di piattaforme web per la gestione del talento e la formazione delle risorse umane. Tribridge Italy è operativa da circa tre anni ed impiegherà una decina di persone nella nuova sede di Palazzo Negrotto Cambiaso a Sestri Levante ed altre quindici in Europa, tra Londra e Madrid.

“Un indubbio vantaggio competitivo del nostro complesso è di essere interamente cablato dalla rete di fibra ottica comunale che consente alle imprese elevatissime prestazioni di traffico dati – ricorda il direttore di
Mediaterraneo Servizi Marcello Massucco – Ho letto poi alcune critiche sui quotidiani sul fatto che avremmo potuto fare altre cose in questa prestigiosa sede: dopo quest’ultimo bando il Comune introita circa 150.000 euro/anno di
affitti, Mediaterraneo organizza 150 giornate/anno di eventi, congressi e manifestazioni, le aziende private insediate occupano quasi cento persone. Quindi c’è redditività, c’è turismo, c’è lavoro. Si può sempre migliorare ma i fatti dicono che la strada è quella giusta”.

Il Polo Tecnologico di Sestri Levante occupa parte di entrambi gli immobili comunali in Baia del Silenzio. Da un lato Palazzo Negrotto Cambiaso, edificato nella seconda metà del XVIII e nato come residenza di villeggiatura estiva della nobiltà genovese, fu modificato nel 1876 per essere utilizzato come ospizio marino e balneare. L’altra parte del Polo Tecnologico è posta nella parte posteriore del Convento dell’Annunziata costruito nel 1496 dai Padri
Domenicani. Nel 1867 il complesso fu acquistato da una società privata di benefattori che lo trasformarono in colonia marina.

Nel marzo del 2014, alla presenza di Regione Liguria e di diversi Sindaci del Tigullio, veniva inaugurato il Polo Tecnologico, vetrina e luogo di rappresentanza per aziende creative e innovative, luogo cardine per attività di formazione per la messa in rete di iniziative digitali del Tigullio, nuove ed esistenti, insieme ad un team di imprenditori liguri, legati al territorio e con esperienza internazionale.