Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pioggia di medaglie a Montecarlo per la Scuola Taekwondo Genova

Dominio impressionante degli atleti genovesi che hanno letteralmente surclassato gli avversari

Sabato 2 luglio a Montecarlo si è disputata la Coupe du Prince Albert, gara internazionale di taekwondo. La Scuola Taekwondo Genova ritorna con 19 medaglie d’oro e un successo di superiorità inaspettato.

Nella prova di combattimento senza contatto i giovani atleti del Maestro Pietro Fugazza hanno dimostrato una superiorità quasi imbarazzante a dimostrazione che nel “dojo” della scuola genovese i ragazzi lavorano duramente e non fanno semplicemente qualche gioco ricreativo. I ragazzi hanno stupito i genitori presenti per la loro grande atleticità dei gesti, calci in volo in spaccata completa, piroette e calci in volo con rotazioni dorsali che fatte da atleti agonisti di diciassette o diciott’anni può essere comprensibile, ma i giovanissimi di Fugazza che hanno partecipato avevano un’età compresa tra i cinque e i nove anni!

Queste le medaglie d’oro: Emanuele e Ludovica Fugazza, Joshua e Glisha Radu, Ludovica e Federico Serain, Filippo e Virginia Lampis, Lucrezia Maloberti, Antonio Voltolina, Nicolò Rebolino, Riccardo Pastore, Iasmina Moraru, Alice Rubba, Guido Olimpo, Nicolò Venuto, Giacomo Augeri, Riccardo Caputo e Fabrizio Stegani.

Per il Maestro Pietro Fugazza lo stupore è stato, al contrario, quello di incontrare un livello così inferiore e inaspettato da parte dei giovani atleti monegaschi e francesi. Questo confronto è stato così positivo per i nostri ragazzi che hanno capito che anche fuori dall’Italia e non solo dal “dojo” sono veramente un passo avanti e positivo per i loro genitori che hanno avuto la prova certa che i loro figli, in palestra, lavorano per bene.

Prossimo appuntamento per gli agonisti della Scuola Genova sarà il Campus Internazionale di Riveira in Spagna, dove avranno l’occasione di confrontarsi con atleti provenienti da Spagna e Portogallo in prevalenza, ma anche con atleti qualificati alle prossime Olimpiadi di Rio ad Agosto.