Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pegli, si cala dal terzo piano ferendosi: sembra un ladro, ma è uno spacciatore

Più informazioni su

Genova. Il modus operandi sembrava proprio quello di un ladro, ma la realtà ha superato la fantasia. Tutto è successo ieri mattina a Genova, in via Rexello, poco prima delle 7, quando un cittadino ha sentito un forte rumore provenire dal proprio giardino e ha notato la presenza di una persona distesa a terra.

Pensando a un ladro, ha chiamato il 113 e, all’arrivo dei poliziotti, ha indicato la direzione di fuga dello sconosciuto che, nel frattempo, si era alzato e, sanguinante e dolorante, si era allontanato a piedi con uno zaino in spalla.

Gli agenti hanno notato un asciugamano che penzolava da una finestra al terzo piano dell’edificio, da dove evidentemente il presunto ladro era caduto a terra, sfondando una pensilina. Hanno poi seguito la via di fuga dell’uomo, percorrendo Viale Modugno e Via Fulcone da Castello, dove lo hanno bloccato prima che potesse far perdere le proprie tracce addentrandosi nei boschi.

Immediatamente sottoposto a controllo, è stato trovato in possesso di un coltello con lama di 15 cm, posto sotto sequestro. Nessuna traccia invece dello zaino di cui si era sbarazzato durante la fuga che è stato ritrovato successivamente. Al suo interno, oltre a vari effetti personali, sono stati sequestrati due panetti di hashish avvolti nel cellophane e altri due pezzi più piccoli, per un peso complessivo di 243,89 grammi, nonché la somma di 80 euro in banconote di piccolo taglio.

La persona fermata non era quindi un ladro in fuga, ma il residente nell’appartamento da cui si era calato, per motivi che non ha saputo spiegare, legando la cinta di un accappatoio ad un asciugamano per poi precipitare nel giardino sottostante. Il 38enne, che accusava dolori al torace e appariva alterato, presumibilmente per l’assunzione di droga, è stato accompagnato all’ospedale Galliera, dove è stato ricoverato.

I poliziotti hanno poi proceduto alla perquisizione dell’abitazione dell’uomo, dove hanno trovato altri tre panetti di hashish, del peso totale di 299,26 grammi, 2,71 grammi di semi di cannabis e la somma di 270 euro in banconote di piccolo taglio. Nel complesso sono quindi stati sequestrati 545,86 grammi di stupefacente, 350 euro e un coltello.

L’uomo, oltre ad essere arrestato per detenzione ai fini dello spaccio, è stato denunciato per porto abusivo di armi.