Quantcast
Non c'è pace

Nuova bufera nel Pd, dopo il siluro a Paita dal centro storico: nervi tesi in vista dell’assemblea di lunedì

Intanto a Genova domani e domenica il partito scende in piazza: ecco dove e chi

La notte delle elezioni, la vittoria di Giovanni Toti

Genova. Come annunciato domani e domenica il Pd genovese sarà in piazza per lanciare la campagna di ascolto rivolta ai genovesi per confrontarsi sulle priorità e sui progetti in vista delle prossime amministrative. Quattordici piazze con i banchetti organizzati sopratutto il sabato mattina. Per ogni banchetto un dirigente del partito (l’elenco delle piazza, gli orari e i dirigenti presenti sono elencati in fondo al pezzo).

Nessun banchetto in centro storico, almeno in questa prima tornata. Ma proprio il centro storico (e il suo circolo) è stato per tutta la giornata di oggi al centro dell’ennesima rissa interna al partito, dopo la notizia che nell’assemblea del circolo è stata approvata una mozione indirizzata al segretario provinciale Alessandro Terrile e al commissario regionale David Ermini in cui si chiede di valutare se Raffaella Paita, alla luce delle intercettazioni sulla vicenda di Lavagna, possa ancora essere la capogruppo del Pd in Regione. Vecchi rancori, a un anno dalla sconfitta amministrativa, oppure un’istanza legittima?

Ovviamente i ‘paitiani’, da Simone Mazzucca a Simone Regazzoni sono subito partiti lancia in resta a sua difesa. Regazzoni ha anche attaccato pesantemente il circolo del centro storico accusato di “continuare ad aiutare la destra di Toti”. Più cauto ma ovviamente critico Mazzucca: “Se fossi stato presente non solo non avrei votato quel documento ma avrei cercato di dissuadere i presenti dal porre in votazione un odg presentato estemporaneamente proponendo, magari, un incontro con Raffaella. In una comunità come il Pd si dovrebbe fare così”. Ovviamente su Facebook si è scatenato un putiferio di commenti, al limite dell’insulto tra le fazioni avverse.

Paita interviene provando inutilmente a calmare le acque ma lo fa con un post che sembra scritto dalla sua collega grillina Alice Salvatore: “Io costruisco, sorrido, amo i miei compagni di partito e soprattutto cerco di non dividere ma unire sempre. Viva il PD ligure, viva la nostra comunità. Ps: tutti a raccogliere firme. Schiena dritta e lavorare”. In sua difesa interviene il ‘suo’ gruppo in Regione: “La sua sostituzione non è nell’agenda del gruppo” si legge in una nota ufficiale.

In difesa del circolo del centro storico si schiera Alessandro Terrile: “Si può non essere d’accordo con le loro idee e con le loro proposte – dice il segretario – ma non si può dubitare della passione e della buona fede di persone intelligenti e per bene.Finiamola di pensare che ogni presa di posizione,sia frutto di macchinazioni e complotti. E discutiamo, magari un po’ meno sui giornali: le discussioni anche aspre riescono meglio guardandosi negli occhi”. L’occasione non manca ed è piuttosto vicina: lunedì 11 luglio alle 17.30 al Cap si svolgerà l’assemblea regionale del partito e, se non arriverà l’ennesimo diktat a zittire i contendenti, sarà un’assemblea quantomeno frizzante.

D’altronde, il tentativo del commissario David Ermini di imporre il silenzio per dare una parvenza di unità è clamorosamente fallito. A questo punto di fronte al liberi-tutti sui social e sui giornali al Pd potrebbe convenire affrontare una volta per tutte i nodi mai sciolti da due anni a questa parte. L’alternativa è trascinarli per tutta la campagna elettorale con una sola certezza, quella di uscirne sconfitti.

Come scrive Andrea Contini: “Così si va a sbattere sul serio, per ora non abbiamo ancora visto nulla. Toti è solo l’aperitivo. Abbiamo ancora da mangiare dall’antipasto al dessert”.

Queste le piazze del Pd per il week end 9-10 luglio
SABATO

A Voltri dalle ore 10.00 alle 13.00 in Piazza Gaggero il Circolo PD insieme alla Consigliera Nadia Canepa ed il consigliere Regionale Valter Ferrando

A Sestri Ponente dalle ore 10.00 alle 13.00 in Piazza Banchero il Circolo PD insieme all’Assessora Anna Dagnino

A Pontedecimo presso la Festa dell’Unità presso La Fratellanza con tutti gli amministratori municipali

A Pegli dalle 10.00 alle 13.00 in Lungomare Pegli il Circolo PD insieme al Presidente Mauro Avvenente

A Sampierdarena dalle ore 10.00 alle 13.00 in Piazza Masnata il Circolo PD insieme alla Consigliera Monica Russo

A Oregina dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30 in Via Napoli il Circolo PD insieme all’Assessore Italo Porcile

A San Fruttuoso dalle ore 10.00 alle 13.00 a Terralba il Circolo PD insieme al Presidente Massimo Ferrante

A Marassi dalle ore 10.00 alle 13.00 in Corso De Stefanis il Circolo PD insieme al Segretario provinciale Alessandro Terrile

Foce e Albaro dalle ore 10.00 alle 13.00 in Corso Italia-San Nazaro i Circoli PD insieme al Consigliere Alberto Pandolfo ed il Vicepresidente del consiglio regionale Pippo Rossetti

A Quinto dalle ore 10.00 alle 13.00 in Via Quinto il Circolo PD insieme alla Vicepresidente del Municipio Paola Maccagno

A Quezzi Alta dalle ore 9.00 alle 13.00 in Salita Costa dei Ratti insieme all’assessore municipale Fabrizio Ivaldi

A Struppa dalle 10.00 alle 13.00 presso il Circolo in Via Struppa insieme all’assessore municipale Paola Nicora

DOMENICA

A Quinto dalle ore 10.00 alle 13.00 in Via Quinto il Circolo PD insieme alla Vicepresidente del Municipio Paola Maccagno

A Castelletto dalle ore 10.00 alle 13.00 in Piazza Villa il Circolo PD insieme al Vicesindaco Stefano Bernini