Quantcast
Sabato 30

“Ma il mare non vale una cicca?”: posaceneri e volontari in 33 spiagge e aree marine protette liguri

mare cicca

Genova. Il 30 luglio al via, su 33 spiagge della Liguria, l’8° edizione dell’iniziativa “Ma il mare non vale una cicca?” promossa da Marevivo per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi. A Genova appuntamento ai Bagni Lido di Vesima.

La regione partecipa all’iniziativa nazionale che prevede 650 “Cenerino” distribuiti in 350 stabilimenti e centri visite delle Aree Marine Protette, contemporaneamente centinaia di volontari impegnati nella pulizia di circa 50 spiagge libere del litorale italiano.

Sabato, grazie al supporto di JTI, saranno distribuiti 650 posacenere da esterno, detti “Cenerino”, in 350 stabilimenti balneari in Italia e centri visita delle Aree Marine Protette, per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi. Contemporaneamente centinaia di volontari saranno impegnati nella pulizia di circa 50 spiagge, lungo gli 8mila km di coste italiane. Saranno 33 le spiagge e 3 i centri visita delle Aree Marine Protette della Liguria coinvolte nell’iniziativa. In particolare, negli stabilimenti di Monterosso al Mare, Levanto, Genova, Savona, Bergeggi, Varigotti, Finale Ligure, Loano, Imperia, Arma di Taggia, Bordighera e Ventimiglia sarà possibile trovare i “Cenerino”.

Mentre le spiagge libere – spiaggia di Monterosso, spiaggetta di Niasca (all’interno della Baia di Paraggi), spiaggia libera di Punta Predani (AMP Isola di Bergeggi), spiaggia libera località Serra (Spotorno) – verranno coinvolte nella pulizia da parte dei volontari di Marevivo e delle Aree Marine Protette.

Coinvolte infatti attivamente nella campagna le AMP: Isola di Bergeggi, Portofino e del Parco delle Cinque Terre.

“Ma il mare non vale una cicca?” è la prima campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione dall’entrata in vigore del “Collegato Ambientale”, che prevede sanzioni per chi abbandona i mozziconi. Testimonial di quest’anno l’attore Giulio Berruti

Più informazioni