Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lupi, rapaci e prodotti a km 0: torna l’Expo Alta Val Trebbia

Più informazioni su

Rovegno. Sulle due sponde del fiume, attraverso quello che Alessio Bianchi definisce “il nostro piccolo ponte di Brooklyn” si declina la formula dell’ottava edizione dell’Expo Alta Val Trebbia, da domani, venerdì 29, al 31 luglio a Loco di Rovegno.

Una ricetta fatta di passione e orgoglio per la propria terra e voglia di unirne tutte le realtà per valorizzare attività, prodotti, sapori, tradizioni, bellezza e ricchezza della natura e della biodiversità di una magnifica vallata. Il tradizionale fulcro nel verdissimo Bosco della Giaia si arricchisce nell’edizione 2016 – sostenuta da Regione, Camera di Commercio, Comune di Rovegno e Punto Service e patrocinata dalla Città metropolitana di Genova, dal Parco e dalle Valli dell’Antola – di nuovi spazi sulla riva destra del Trebbia, dove si potrà visitare anche la storica centrale idroelettrica appena rinnovata da Tirreno Power e portata a piena efficienza, e di moltissime novità: dal Palalupo del Wolf Apennine Center del Parco nazionale Tosco Emiliano dedicato alla conoscenza del lupo e all’educazione ambientale, alla filiera del legno con le aziende locali, dal percorso nel biologico della Bio Via, ai gustosi piatti a Km 0,  alle esibizioni dei falconieri, alla promozione sui social media affidata ai ragazzi del centro di aggregazione giovanile di Montebruno.

L’obiettivo è superare i 10.000 visitatori degli anni scorsi e l’Expo Alta Val Trebbia, con stand di 65 espositori e una galleria che presenta tutte le attività locali dell’artigianato e del commercio, per essere più forte e coesa punta molto sui giovani e unisce nel comitato promotore anche l’associazione turistica di Loco e i volontari del soccorso Alta Val Trebbia, come raccontano nel video di Tabloid della Città metropolitana di Genova Alessio Bianchi presidente del comitato promotore, Sandro Vigo dell’associazione turistica e sportiva di Loco di Rovegno, Claudio Mariani che guida i volontari del soccorso Alta Val Trebbia, mentre i fratelli Pietro e Luca Barbieri spiegano come insieme ad altri ragazzi comunicheranno i tre giorni di festa e sapori sui social, rendendone protagonisti anche i visitatori.