Quantcast
Rugby

Girone di ferro per la Pro Recco Rugby

Fra nuovi arrivi e conferme, gli Squali biancoazzurri si preparano a un girone eliminatorio davvero tosto. Il 16 agosto scatta il raduno, mentre la stagione comincerà ad ottobre

Pro Recco Rugby

Tante novità per la Pro Recco Rubgy che si avvicina a grandi passi alla nuova stagione che scatterà ufficialmente il 16 agosto, quando gli squali si ritroveranno per il raduno al campo Carlo Androne, mentre il campionato comincerà il 2 ottobre.

La Federazione Italiana Rugby ha reso noto i gironi che vedranno i biancoazzurri impegnati nel Girone 1 insieme all’Accademia, al Toscana Medicei, Prato Sesto, il neopromosso Noceto e il Cus Genova. Un girone tosto quindi per gli squali di Lisandro Villagra che dovranno cercare di arrivare fra le prime tre del girone per poter entrare in una delle due poule promozione, evitando così quella per la retrocessione.

Intanto la società recchelina sta lavorando per creare una squadra competitiva e in ordine di arrivo si registra l’ultima faccia nuova all’Androne. Si tratta di Franco Lamanna, uruguaiano di chiare origini italiane, che arriva a Recco dopo l’esperienza con il Cus Perugia. Nato nel 1991 a Motenvideo, è una seconda – terza linea che può vantare oltre trenta presenza in nazionale con la quale ha disputato anche l’ultima Coppa del Mondo.

“Siamo molto contenti dell’arrivo di Lamanna – dice l’ex pilone e bandiera biancoceleste Alessio Casareto – che darà sicuramente un apporto importantissimo alla nostra mischia. L’anno scorso, pur non avendo sfigurato ed essendo cresciuti molto nell’arco della stagione, ci siamo trovati a volte in difficoltà, con poco peso e ragazzi giovanissimi che, arrivando fino in finale, hanno passo a passo maturato una grande esperienza”.

“Alla fine della stagione 2014/2015 – prosegue Casareto –  avevamo perso in un colpo solo 3 piloni e un seconda linea, tutti andati a ben figurare in Eccellenza e uno addirittura a vincere lo scudetto, quindi nella stagione passata abbiamo iniziato a ricostruire una mischia ‘alla Recco’, sulla quale continuiamo e continueremo a lavorare con la consueta costanza e la solita immensa passione”.

Per un nuovo arrivo ci sono anche alcune riconferme, come il capitano Bast Agniel che disputerà la sesta stagione in biancoazzurro, lo stesso coach Villagra, leader in campo e fuori e Kevin Cacciagrano, grande protagonista lo scorso anno con le sue 22 mete.

Oltre a ciò continua la linea verde dei giovani squali con Ciotoli, Gaggero, Barisone e Di Tota, tutti classe 1997, mentre arrivano Tommaso Torre e Nicolò Rivolo più giovani di un anno e provenienti dall’Accademia Under 18 di Torino. A loro si unisce Andrea Actis, interessante prospetto Classe 1996 proveniente da La Spezia.

In partenza invece Regestro e Quintieri, che vanno ad affrontare due nuove esperienze: il primo in Eccellenza a Reggio Emilia e il secondo a Parma nell’Accademia Federale Ivan Francescato.

Pressoché inalterato, il blocco degli squali più esperti, tra i quali la colonna e bandiera Noto, Metaliaj e la coppia di centri Tassara-Torchia. Saranno ancora a Recco, tra gli altri, anche il livornese Neri, il milanese Corbetta e il genovese Avignone. Non una riconferma, ma un ritorno, è quello di Cristhian Becerra, che rientra a Recco dopo una stagione in Eccellenza alla Lazio