Ribaditi esuberi

Ericsson, a Roma nessun accordo: lavoratori in assemblea, a giorni tavolo al ministero del Lavoro

Generica

Genova. Nessun accordo a Roma dove ieri pomeriggio i vertici di Ericsson e i sindacati si sono seduti a un tavolo nella sede di Confindustria nell’ultimo giorno previsto dalla prima fase attivata con la procedura di mobilità.

All’incontro l’azienda ha ribadito i numeri degli esuberi, 385 a livello nazionale di cui 147 a Genova.

Dopo il nulla di fatto scattano i 30 giorni che prevedono un intervento di mediazione da parte del Ministero del Lavoro. Il primo incontro dovrebbe svolgersi la prossima settimana e non è escluso che il ministero chieda all’azienda di rinviare il tavolo a settembre. Questa mattina intanto nella sede degli Erzelli si è svolta un’affollata assemblea dei lavoratori, rafforzati dagli ordini del giorno approvati da Comune e Regione a tutela dei posti di lavoro.

Le iniziative di protesta comunque dovrebbero anch’esse essere rinviate a settembre

leggi anche
ericsson protesta consiglio regionale
Economia
Ericsson, Quaranta: “Governo indifferente davanti al dramma dei lavoratori”
ericsson protesta consiglio regionale
147 a rischio
Esuberi Ericsson, lunedì tavolo a Roma. Cgil: “Ancora nessuna soluzione”

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.