Quantcast
Rifiuti

Differenziata porta a porta, per Chiavari un contributo di 22 mila euro

cronaca

E’ di oltre 22 mila euro il contributo che il Comune di Chiavari riceverà dalla Regione, in base alla Legge Regionale 20 sul Piano dei Rifiuti. Il premio è per aver presentato entro il 31 marzo 2016 un piano di razionalizzazione della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta, in particolare per il centro storico.

“Siamo molto lieti che sia stato riconosciuto il valore del nostro piano e della nostra proposta – hanno commentato il Sindaco di Chiavari Roberto Levaggi e l’Assessore alla N.U. Daniela Colombo – pur essendo consapevoli che non sia facile per i cittadini adattarsi ai cambi di abitudine e che ciò richiede qualche sacrificio in più e comporta qualche indubbia difficoltà. La Regione Liguria ha riconosciuto nella nostra amministrazione e nelle nostre scelte una grande volontà di migliorare il servizio e questo ci consentirà di investire ulteriormente per abbattere i numeri percentuali in termini di rifiuto non riciclabile e di metterci a riparo dalle sanzioni, già previste nel 2017 dalla normativa”.

“Attualmente, secondo i dati regionali pervenuti la settimana scorsa, siamo al 63, 98% quindi assolutamente nei parametri per non incorrere in alcuna sanzione né per la legge europea né per quella regionale: continueremo quindi a migliorare il servizio per ridurre tutte quelle criticità che dall’avvio del porta a porta ancora permangono”.

leggi anche
raccolta differenziata
Ambiente
Raccolta differenziata, 1 milione di premio per 82 Comuni virtuosi
cassonetto
In periferia
Differenziata, tolleranza zero a Chiavari: arrivano i controllori in borghese
lotta agli sprechi alimentari chiavari
Cosa cambia
Chiavari, lotta agli sprechi alimentari e nuova raccolta raccolta differenziata nel centro storico
Borghetto Bidoni Cassonetti Differenziata
I dati
Raccolta differenziata, il “buco nero” Genova e i successi del Tigullio