Quantcast
Contrari

Demolizione rampa sopraelevata, Pastorino (Rete a Sinistra): “Traffico Sampierdarena in tilt”

Genova. Suscita forti critiche l’annunciata demolizione della rampa di accesso che collega via Cantore alla sopraelevata di Genova. Una soluzione che, secondo pareri autorevoli, manderebbe in tilt il traffico di tutta Sampierdarena.

L’opinione di Rete a Sinistra è decisamente contraria: “determinerà sicuramente un aumento di traffico in una zona fra le più congestionate di Genova – spiega il consigliere regionale Gianni Pastorino -. È zona di passaggio per i veicoli provenienti dalla Valpolcevera, in più qui si concentrano le uscite dal casello autostradale e buona parte del traffico portuale”.

Il nuovo ingresso situato a Di Negro non può essere considerato sostitutivo. “Non capiamo perché i due accessi non possano convivere, anche se comprendiamo le esigenze di Autostrade sul nodo di San Benigno – prosegue Pastorino -. Peraltro sorprende che l’operazione sia andata avanti, nonostante le perplessità manifestate già nel 2013 dal Municipio Centro Ovest”.

Dello stesso parere Raffaele Oprandi, capogruppo di SEL nel consiglio municipale Centro Ovest: “all’epoca le nostre osservazioni evidenziavano il congestionamento creato dalla nuova rampa nella zona del terminal traghetti e nelle vie circostanti. Ma società Autostrade ha sempre sottovalutato il problema – sottolinea Oprandi -. In casi come questi è il Comune che dovrebbe valutare l’entità delle opere, utilizzando i propri tecnici i funzione di controparte. Inoltre, sarebbe necessario che il Comune si occupasse in maniera complessiva del questione mobilità rapportandola a un’idea futura di quartiere, come fatto a più riprese dal Municipio”.

leggi anche
  • Il punto
    Sopraelevata, la nuova rampa slitta a settembre. Autunno a rischio caos per il traffico
  • In strada
    “Lasciateci la rampa”. Sampierdarena, abitanti bloccano l’accesso alla Sopraelevata