Quantcast
Libro bianco

Da rifiuto a risorsa, Genova metropolitana sceglie l’economia circolare

Gonfalone Città Metropolitana

Genova. Un libro bianco per il recupero della materia entro il prossimo marzo. E’ la novità che arriva dagli stati
generali per l’economia circolare.

“Il nuovo percorso – ha spiegato il presidente di Amiu Marco Castagna – si ispira a Parigi che l’ha realizzato l’anno scorso, ci sono già progetti e azioni nel filone della nuova scelta culturale, sociale, economica e ambientale”.

“Nel 2015 a Genova sono stati recuperati farmaci non scaduti per un valore di quasi mezzo milione di euro e questi medicinali, controllati, vengono messi a disposizione dell’associazione Gigi Ghirotti. E con la cooperativa La Cruna nel progetto Weenmodels sono iniziati la raccolta e il recupero dei telefoni cellulari, generando così anche lavoro e reimmettendoli sul mercato a un valore economico, sociale e ambientale molto maggiore rispetto ai precedenti sistemi”.

“L’economia circolare “può farci riconoscere in Europa, è una grande opportunità e un punto di svolta – ha detto il consigliere delegato all’Ambiente della Città Metropolitana Enrico Pignone – pur con tutte le complessità del caso, perché le difficoltà non mancano, però anche nel costruire su idee condivise la nostra comunità puntiamo molto su questo nuovo modello e Genova metropolitana, sperimentando la fattibilità e sostenibilità di questa visione può diventarne la porta d’Europa”.