Quantcast
Limitazioni

Consiglio regionale blindato, nuovo presidio lavoratori Tpl: corteo in Prefettura

Genova. Misure di sicurezza straordinarie in consiglio regionale per evitare l’invasione dei lavoratori del Tpl, che già ieri avevano dato vita ad accese contestazioni nel corso dei lavori dell’assemblea. Le limitazioni sono relative all’ingresso principale di via D’Annunzio.

I lavoratori sono arrivati intorno alle 10,30, in concomitanza con lo sciopero di 24 ore indetto per oggi in tutta la Liguria. Alcuni sono comunque andati davanti alla sede del consiglio. Al centro della contestazione, la decisione della giunta di approvare la modifica alla legge 133 sul trasporto pubblico, in particolare l’eliminazione del lotto unico di gara e del bacino
unico di gara, l’istituzione dei bacini provinciali di Genova, Imperia, Savona e La Spezia, la chiusura dell’Agenzia regionale
Atpl Liguria spa.

La modifica, spostata all’ultimo punto all’ordine del giorno, non sarà votata nella seduta odierna ma probabilmente nel fine settimana o all’inizio della settimana prossima. L’assemblea ha iniziato a discutere dell’istituzione dell’Azienda ligure sanitaria della Regione Liguria (Alisa). L’area riservata al pubblico in aula è vuota.

Dopo il presidio i lavoratori rimasti fuori dal consiglio ha dato vita a un corteo per via Xx Settembre, con direzione largo Lanfranco, dove saranno ricevuti dal Prefetto.

leggi anche
Protesta tpl
Seduta mai cominciata
Tpl ed Ericsson, la protesta in consiglio: “Vergogna, siete peggio di Burlando”
Generica
La protesta
Amt, i sindacati dei tranvieri alla Regione: “Sospendete la legge che porterà frammentazione e danni per il tpl”
Protesta tpl
Richiesta
Nuova legge Tpl, sindacati: “Regione aspetti sentenza Consulta su bacino unico”
consiglio regionale commercio
La decisione
Consiglio regionale ancora blindato, fuori anche i rappresentanti del commercio