Quantcast
Solo un odg

Consiglio comunale lampo a Santa Margherita: “La minoranza rinuncia al dibattito”

santa margherita municipio

Santa Margherita. Alle 20.30 circa si è concluso il consiglio comunale convocato per le ore 19, dopo la trattazione della prima mozione all’ordine del giorno – relativa ai cimiteri cittadini – e la rinuncia da parte della minoranza a trattare le altre mozioni (che erano già state rinunciate anche allo scorso consiglio) nonostante la disponibilità della maggioranza a proseguire la seduta.

“Premesso che il consiglio era stato convocato esplicitamente per trattare le 11 mozioni dell’opposizione, come concordato in riunione dei capigruppo, stupisce il comportamento dei consiglieri Bottino, Marsano, Brunetti e Bernardin che, anziché affrontare il merito delle questioni, hanno rinunciato al dibattito limitandolo al solo primo punto all’ordine del giorno – si legge in una nota della maggioranza – Nel merito della prima mozione l’amministrazione (con interventi del sindaco, degli assessori Costa, Peruggi e Cozzio, e del consigliere Balsi) ha relazionato, fornendo i relativi dati, sulla strategia assunta e sul lavoro già svolto per risolvere sia la carenza di spazi di sepoltura sia la cartografia e la mappatura dei cimiteri cittadini”.

Per quanto riguarda il recupero spazi di sepoltura, nel novembre 2015 l’amministrazione ha intrapreso la procedura per la liberazione dei loculi scaduti e ne ha già liberati 54 in 12 mesi, mentre la media degli anni precedenti era di circa 10 loculi all’anno su tutti i tre cimiteri cittadini.

Sotto il profilo mappatura, sono stati effettuati i rilievi planimetrici di tutti i tre cimiteri cittadini e il censimento delle salme di quello di Nozarego, e sono già stati attribuiti gli incarichi per il completamento del censimento nonché la realizzazione di un software dedicato che consenta la gestione e consultazione informatica degli stessi.

Al completamento di tale intervento, per la prima volta, tutti i cimiteri saranno censiti, mappati e accessibili sia dagli uffici comunali sia dai cittadini in maniera informatica.

“Di regola preferiamo comunicare i risultati quando sono stati raggiunti, ma grazie a questa mozione è stato possibile illustrare un percorso intrapreso dall’Amministrazione già da oltre un anno e che ha già traguardato i primi step – termina la nota – Confidiamo che nel prossimo consiglio ci si possa confrontare sul merito delle questioni, senza colpi di teatro già preordinati”.