Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Case popolari, la Regione pensa a criteri per agevolare cittadini italiani

Più informazioni su

Genova. “Stiamo ragionando su diversi aspetti e anche questo è preso in considerazione. Siamo in Italia, è ovvio che debbano esserci prima gli italiani, dispiace che ogni tanto i nostri connazionali vedano attribuite le case a chi è arrivato dopo. Questo non può più funzionare”.

marco scajola

L’assessore all’urbanistica della Regione Liguria, Marco Scajola, risponde così a una domanda precisa sull’ipotesi che nei nuovi criteri di assegnazione delle case popolari ci possano essere agevolazioni per i cittadini italiani. “La gente che ha veramente bisogno delle case popolari deve aver diritto di vedere presto assegnata l’abitazione. Non sempre succede, anche per colpa di regole che, secondo noi, hanno fatto il loro tempo. Per questo pensiamo che debbano essere rinfrescate anche in base alle esigenze che stiamo vivendo in questi anni, che colpiscono i nostri concittadini in maniera drammatica, ci stiamo lavorando con i consiglieri regionali e con grande senso di responsabilità”.

Tra i criteri, comunque, potrebbe esserci anche una maggiore attenzione alla nazionalità, per evitare penalizzazioni nei confronti dei cittadini italiani. “Stiamo notando che molti italiani fanno fatica ad avere le case popolari, hanno liste di attesa molto lunghe e tante situazioni, attraverso i criteri che ci sono oggi, non sono troppo chiare. Noi vorremmo che, attraverso questi criteri, gli italiani, i residenti in Liguria, avessero quei diritti che ogni tanto gli passano sopra la testa – evidenzia Scajola – e che non riescono a far valere”.