Quantcast

La Fotonotizia di Genova24

Carovana del Cuore per la ricerca sulle spiagge di Portofino e Santa Margherita

carovana cuore

Liguria. Dal 27 al 29 luglio arriva sulle spiagge della Liguria la Carovana del Cuore, una delle più grandi e partecipate campagne di sensibilizzazione d’Europa. I volontari della Fondazione Patrizio Paoletti – ente nazionale di ricerca iscritto all’anagrafe del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) – con la loro inconfondibile maglietta arancione, percorreranno i litorali di tutta Italia per promuovere la ricerca e l’educazione come strumenti indispensabili per il cambiamento, per innescare un miglioramento del mondo in cui viviamo, sia in un’ottica individuale che collettiva. Chi sceglierà di sostenere la campagna riceverà in dono il braccialetto arancione Vivi Appassionatamente, segno distintivo dell’incontro con la Fondazione ed i suoi progetti.

La Carovana del Cuore 2016 – patrocinata dal Ministero della Salute, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e da oltre 150 enti e istituzioni italiane – ha appena lasciato i litorali della Toscana e approderà a Portofino il 27 e il 28 luglio e a Santa Margherita il 29 luglio. Da qui proseguirà il suo viaggio in Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo e Lazio.
I dettagli e il calendario con le tappe dell’iniziativa sono disponibili sul sito www.carovanadelcuore.org.

Giunta alla sua 12ᵃ edizione, in questi anni la Carovana del Cuore ha mobilitato oltre 12mila volontari, incontrando 24 milioni di persone. Grazie al loro sostegno, la Fondazione Paoletti ha realizzato numerosi studi neuroscientifici e psico-pedagogici in collaborazione con partner internazionali su temi come lo sviluppo cognitivo, l’apprendimento, l’attenzione, il movimento, la resilienza. Questi studi sono alla base dei programmi scolastici per i bambini, i percorsi educativi per le famiglie, i programmi formativi per gli insegnanti e i progetti di cooperazione internazionale che la Fondazione realizza in 8 Paesi in 4 continenti. Nei Paesi in Via di Sviluppo, dove povertà e guerre minano alla base il tessuto sociale, naturalmente gli interventi di tipo educativo devono essere affiancati da programmi di assistenza sanitaria ed alimentare. Ecco perché tra gli obiettivi della Carovana del Cuore 2016 c’è anche il sostegno ai programmi sanitari ed alimentari che la Fondazione realizza nella Repubblica Democratica del Congo, ad Haiti e in Amazzonia peruviana.

“Per migliorare la nostra vita e rispondere proattivamente alle rapide e profonde trasformazioni che accadono intorno a noi abbiamo bisogno di strumenti nuovi ed efficaci. Non possiamo che ricercarli tra le nostre infinite potenzialità, attingendo alle migliori risorse dell’uomo” afferma Patrizio Paoletti, presidente dell’omonima Fondazione e ideatore della Carovana del Cuore. “Oggi – aggiunge Paoletti – le scoperte sul nostro cervello sono il punto di partenza per chiunque voglia occuparsi dell’uomo e delle sue reali capacità. Questi saperi, intrecciati a quelli psico-pedagogici e didattici, sono in grado di offrirci strumenti per cambiare nel mondo che cambia, creare nuove regole di vita, di crescita, di condivisione: un altro mondo possibile.”