Quantcast
Vela

Buone prove delle imbarcazioni liguri ai Mondiali 420 U17

Prestazioni di livello e segnali incoraggianti arrivano dai 10 equipaggi scesi in mare a Sanremo

vela cnam alassio campionato nazionale D-one

Soddisfazione evidente per i risultati ottenuti dagli equipaggi della I Zona, in particolare negli Under 17 dove Tommaso Cilli (YC Sanremo) e Bruno Mantero (CN U. Costaguta) finiscono il Mondiale al 7° posto e primi fra gli italiani su 63 concorrenti totali.

Anche negli Open c’è massima soddisfazione grazie al duo Andrea Abbruzzese – Fabio Boldrini (YC Sanremo) sono tredicesimi e anch’essi primi tra gli italiani su 108 equipaggi in lizza. A consentirgli questi ottimi risultati sono stati un secondo posto nella prova 2 e un quarto nella prova 8. Alle loro spalle si sono piazzati Edoardo Ferraro e Francesco Orlando (YC Sanremo),  che concludono al 15° posto grazie alla vittoria delle prove 1 e 6, e a due quintiposti nelle prove 8 e 9.

A conferma che nel vivaio ligure non mancano altri equipaggi promettenti, Carlotta e Camilla Scondik (YC Italiano) sono quarte nella prova 2 e vincono la prova 3, terminando il Mondiale al 23° posto, mentre sono riusciti a emergere dal gruppo degli U17 finendo in due occasioni al 15° posto Alba Malivindi – Angela Mauro (YC Sanremo) e Paolo Bozzano – Francesca Riano (YC Imperia).

Ma anche le ragazze hanno ben figurato: Veronica Ferraro – Giulia Ieraldi (YC Sanremo) hanno

conquistato un 4° nella prima prova, un secondo posto nella prova 4, un settimo nella prova 5 e un primo nella prova 6, terminando il campionato in 21^ posizione (su 84 partenti).

Laura Selvaggio e Maria Pastorelli (CN Loano) concludono in 25^ posizione, con un acuto nella prova 4 dove giungono quarte e nella prova 6 dove riescono a terminare terze. Anche Elena Oddone e Camilla Fassio (YC Imperia) si sono fatte luce nella prova 2 dove sono dodicesime e nelle prove 4 e 6 in cui terminano con un doppio quindicesimo posto.

In generale quindi il bilancio parla di prestazioni positive e incoraggianti da parte dei dieci equipaggi liguri. C’è ancora da migliorare, ma le imbarcazioni “di casa” hanno mostrato di poter competere con i migliori del mondo e di potersela giocare con tutti.

Più informazioni