Quantcast
Via ai lavori

Alluvione, aperto il cantiere per consolidare la provinciale delle Colle a Rossiglione

Provinciale delle Colle

Rossiglione. Due cordoli, ciascuno lungo venti metri, con nuove barriere guard-rail e un muro di sostegno in cemento armato lungo dieci metri e alto due sotto la strada per ripristinare e consolidare la provinciale 79 delle Colle a Rossiglione nel tratto, dopo i primi duecento metri, dove le alluvioni dell’autunno 2014 avevano provocato un grosso cedimento della porzione a valle della carreggiata, aggravato anche dalle piogge più recenti.

Ad aprire il cantiere per questi interventi, finanziati con 35.000 euro, è la Città metropolitana di Genova e i lavori, appena partiti “saranno completati in una ventina di giorni, salvo imprevisti” dicono i tecnici della viabilità.

“Dopo la sistemazione dello scorso autunno sull’altro versante della stessa strada – dice Nino Oliveri, consigliere delegato della Città metropolitana – con i nuovi lavori si risolve finalmente anche la criticità più pesante sulla provinciale delle Colle. Riusciamo a finanziare un intervento molto atteso perché mette in sicurezza e consolida una strada fondamentale per il territorio di Rossiglione che collega, anche con gli scuolabus, numerose località e raggiunge gran parte delle sue aziende agricole, una realtà viva e radicata nell’economia di tutta la Valle Stura”.

Sotto la provinciale delle Colle, durante gli interventi sul versante, sarà sistemata anche una barriera per proteggere da possibili rischi di caduta di materiali durante le lavorazioni la provinciale 41 di Tiglieto che in quel tratto passa una trentina di metri più in basso.

Da oggi e fino alla conclusione degli interventi di ripristino, all’altezza del cantiere fra i km. 0,200 e 0,300 della provinciale 79 ci saranno limitazioni di transito, con senso unico alternato a vista per i veicoli leggeri e divieto di circolazione per i mezzi con massa superiore alle 3,5 tonnellate.

leggi anche
Rossiglione (Genova)
Via e. sciutto
Rossiglione, guasto alla tubatura: possibili disagi