Quantcast
E in liguria?

A cena “senza veli”: anche in Italia il primo ristorante nudista

Genova. Il clima, tropicale, invoglia. Le numerose trasmissioni in materia, anche. Il nudismo, ormai, è più di una moda, anche in Italia e non riguarda più (non solo) qualche spiaggia ad hoc a far alzare il sopracciglio dei benpensanti. La novità arriva direttamente dall’Inghilterra: una cena al ristorante, ma nudi. Consentiti anelli e bijoux, ma vietate le foto. Si mangia cibo bio a lume di candela (no elettricità). In un mese oltre diecimila prenotazioni.

Neanche a dirlo, la trovata è diventata un vero successo (imprenditoriale). E allora perché non farlo anche in Italia, il patria del mangiare bene? Detto fatto. Fra tre giorni apre il primo ristorante nudista italiano a Cerro Maggiore, in provincia di Milano: si arriva vestiti ma poi si mangia, rigorosamente nudi. Luci soffuse, lume di candela e un menù ad hoc (cellulari rigorosamente spenti). Con tanto di nulla osta da parte dell’Associazione naturista italiana.

Vedremo se l’idea piacerà anche nel Belpaese. E chi lo sa che anche in terra ligure, tra ristoratori, balneari e organizzatori di eventi, qualcuno non ci abbia già fatto un pensierino. Poi, certo, da qui a veder concretizzato il “nudismo al pesto”, il passo è ancora molto lungo. Il tempo di togliersi veli, vestiti e il proverbiale, ligure, pudore.

Più informazioni