Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

World League: cinquina di Bianconi, il Setterosa giocherà per il quinto posto

Finale contro la Russia

Rapallo. Nella Superfinal, a Shanghai, l’Italia batte il Brasile 7 a 6 in semifinale e domani alle ore 10 affronterà nella finale per il quinto posto di nuovo la Russia, già battuta 9-8 mercoledì 8 giugno nel preliminare.

Oggi rimonta delle azzurre, sotto 4-1 nel primo tempo, griffata dalla cinquina di Bianconi e dalle reti di Aiello e Cotti. Nella partita precedente la Russia ha superato il Canada 15-4 (arrivando anche sul 10-0).

Fabio Conti lascia in tribuna Pomeri e Frassinetti, conferma Barzon (stavolta con la 12) e assegna la calottina numero 4 a Gragnolati, già azzurra Juniores, che fa cosi il suo esordio con la Nazionale maggiore. In porta gioca Teani dal primo minuto.

Nella Superfinal dell’anno scorso, sempre a Shanghai, Italia contro Brasile era stata la finale per il settimo posto e le azzurre si imposero 11-2, ma anche in quella occasione faticarono più del previsto nel primo tempo, concluso sullo 0-0. Era il 14 giugno 2015. Poi, a distanza di due mesi, è arrivata la medaglia di bronzo ai mondali di Kazan (12-10 in finale all’Australia il 7 agosto e 15-6 nel preliminare al Brasile il 30 luglio). Significa che in questo periodo dell’anno la squadra è di nuovo in fase di preparazione, dopo i primi impegni importanti tra gennaio e marzo con Europei e preolimpico e la final six del campionato nazionale di Serie A1.

Il commento del ct Fabio Conti: “Complimenti al Brasile che ha giocato con grande intensità e che approfitta sempre di queste occasioni per crescere e fare esperienza. Noi sottotono e poco precise nelle conclusioni, come ieri, ma alla fine mi è piaciuta la predisposizione al sacrificio e la voglia di far bene in ogni circostanza. Domenica ci giochiamo le ultime energie con la Russia. Sarà la sesta partita in sei giorni; un ottimo test nel lungo percorso che ci condurrà a Rio de Janeiro”.

La partita. L’avvio è sorprendente. Brasile avanti 4-1 dopo 5’46” e tre dei quattro gol in parità numerica. Chiappini mattatrice con una tripletta. L’Italia replica appena una volta con Aiello che prova a dare la scossa. In sedici minuti la rimonta, iniziata da Bianconi che segna quattro gol, uno nel secondo (a 1’45” dalla fine) e tre nel terzo periodo, e trasforma due rigori (il primo concesso per fallo su Aiello e il secondo su Gragnolati), conclusa da Cotti che al minuto 23’29” segna il sorpasso e il primo vantaggio azzurro della partita (6-5). Nel mezzo c’è solo il gol carioca di Baiha. Il quarto tempo scorre veloce e al Setterosa sta bene così; dopo un minuto Pedrosa fa 6-6, ne passa un altro e Bianconi, in giornata super, riporta avanti l’Italia. Manita di Roberta e azzurre in finale per il quinto posto.

Il tabellino:
Italia – Brasile 7-6
(Parziali: 1-4, 1-0, 4-1, 1-1)
Italia: Gorlero, Tabani, Garibotti, Gragnolati, Radicchi, Aiello 1, Di Mario, Bianconi 5, Emmolo, Palmieri, Cotti 1, Barzon, Teani. All. Fabio Conti.
Brasile: T. Oliveira, Abla, Zablith, Pedrosa 1, Barroncas, Chiappini 3, A. Oliviera, Carvalho, Dias 1, Bahia 1, Duarte, Mantellato, Chamorro. All. Patrick Oaten.
Arbitri: Roy (Cam) e Stankevich (Usa)
Note. Uscita per limite di falli Barroncas nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 1 su 7 più 2 rigori segnati, Brasile 1 su 5.