Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Treni, la nuova odissea dei pendolari: “Carrozze vecchie, temperature inumane”

Genova. “Siamo passati dalla padella 2015 rappresentata dalle carrozze a scompartimenti di 50 anni fa con aria condizionata ridicola o assente alla brace 2016 delle carrozze downgradate dai Frecciabianca anch’esse vecchie di 50 anni e anch’esse drammaticamente inadeguate ad offrire temperature umane ai viaggiatori”. E’ il grido d’allarme rilanciato oggi dai pendolari GenovaMilanoNewsletter che lamentano come da  giorni su molte composizioni Intercity svolte con materiale Frecciabianca viaggiano carrozze con aria condizionata guasta. “Continuano indisturbate a viaggiare e nessuna manutenzione interviene fra un viaggio e l’altro”, spiegano.
 
Ma anche quando l’aria condizionata funziona i benefici sono pochi. “Le carrozze giungono infatti bollenti a Milano Centrale dopo aver soggiornato ore al sole al deposito della Martesana e iniziare un viaggio rappresenta un serio rischio alla salute di chi ogni giorno utilizza questi treni”, fanno ancora notare i pendolari.
 
“Dei continui ritardi per guasti alle porte e ai locomotori E444R ne abbiamo già parlato a lungo, così come delle ripercussioni che i lavori alla Borlasca infliggono quotidianamente alla circolazione dei treni dispari, ora a tutto questo si aggiunge il caldicidio”. La “speranza” è che analogamente a quanto messo in campo nel 2015 ora avvenga: la presenza di centinaia di bottiglie di acqua su ogni composizione IC in partenza da Milano e Genova. Presidi medici per soccorrere viaggiatori colti da caldicidio. Ritiro immediato di tutte le carrozze con aria condizionata guasta o difettosa. Precondizionamento carrozze al deposito della Martesana. Chiusura di tutte le schermature solari per i treni in sosta. Piano manutentivo straordinario.