Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Stop ai contributi a “pioggia”, Sori punta sulle Ecofeste e sui progetti

Sori. Con deliberazione del consiglio comunale del 30 maggio è stata approvata la modifica al regolamento per la concessione di contributi a enti pubblici e privati.

“I contributi non saranno più erogati a ‘pioggia’, ma saranno valutati in base a una proposta progettuale che comprenda principi di educazione ambientale, sostenibilità, qualità culturale e artistica, partecipazione popolare,
inclusione sociale e valorizzazione delle tradizioni tenendo conto del ruolo dei giovani”, dichiara l’assessore Ilaria Bozzo, promotrice della novità.

Fra i requisiti da indicare oltre all’uso di stoviglie biodegradabili, rientrano i prodotti biologici o a km0, la previsione di una navetta per garantire una mobilità sostenibile ma anche modalità di asporto del cibo del genere doggy bag o la partecipazione delle associazioni in opere di volontariato e infine un’adeguata promozione dell’evento stesso tramite diffusione social. Il nuovo Regolamento è frutto di una lavoro partecipato partito da una prima consultazione attraverso un incontro pubblico con i soggetti interessati per procedere poi con i lavori della Commissione svolti in piena collaborazione con i Consiglieri, fino all’approvazione all’unanimità in Consiglio Comunale.

L’amministrazione intende con queste modalità incentivare la diffusione dei prodotti in materbi, ecologici e compostabili durante gli eventi organizzati sul territorio per promuovere le “EcoFeste”. “Grazie a questa impostazione è possibile ridurre l’uso degli imballaggi in plastica e mantenere stabile, anche durante il periodo estivo, la percentuale di raccolta differenziata. L’idea dell’EcoFesta era nata alcuni anni fa dalla Regione che partecipava alla spesa per l’acquisto di prodotti ecologici per lo svolgimento di feste locali ma ormai da due anni la Regione non finanzia più tale progetto così abbiamo deciso di mantenere la buona pratica instaurata nel nostro territorio sponsorizzando noi stessi questo tipo di eventi ecologici”, continua Bozzo

I contributi e le sovvenzioni saranno concessi a Enti Pubblici e Associazioni con atto deliberativo della giunta municipale, sulla base delle richieste pervenute e della disponibilità di bilancio, in questo modo la Giunta potrà
esaminare e valutare le richieste sulla base dei progetti per cui viene richiesto il contributo diminuendo così la discrezionalità dello strumento decisionale, più diretto a una logica premiale. Queste azioni potranno a tutti gli effetti incentivare comportamenti virtuosi che impattano sul benessere della comunità e magari spingere altri Comuni a sostenere le EcoFeste in Liguria.