Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante: tre novità nel Polo Tecnologico, salgono a 80 i posti di lavoro

Più informazioni su

Sestri Levante. Venerdì scorso si è tenuta l’asta pubblica relativa all’assegnazione dei locali messi bando nei mesi scorsi e collocati nel complesso dell’ex convento dell’Annunziata e palazzo Cambiaso di Sestri Levante.

L’asta ha portato all’assegnazione di tre dei quattro lotti offerti a bando, integrando il Polo Tecnologico con tre ulteriori aziende del comparto tecnologia e innovazione.

“A due anni dall’inaugurazione di questo progetto,” dichiara Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante “la concreta risposta di imprese e investitori conferma l’intuizione dell’Amministrazione Comunale che aveva puntato in maniera convinta su questa destinazione d’uso del complesso, per attrarre aziende e posti di lavoro qualificati a Sestri Levante”.

Con i nuovi insediamenti sale ad otto il numero di imprese private operanti tra Convento dell’Annunziata e Palazzo Negrotto Cambiaso, per circa ottanta addetti complessivi.

Le tre nuove imprese sono: Fintech Stage ltd, azienda internazionale leader nel settore della tecnologia applicata alla finanza. Una start-up di prossimo avvio che si occuperà della produzione di software personalizzati in ambito sportivo e infine Arcobaleno Sas, società di elaborazione fotografica digitale.

“Negli ultimi mesi, oltre agli insediamenti produttivi del Polo HiTech, il centro congressi dell’Annunziata sta riscontrando il favore di alcune tra le più importanti istituzioni scientifiche mondiali” – afferma il direttore di Mediaterraneo Servizi
Marcello Massucco – “Da inizio anno si sono svolti diversi eventi in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), l’ETH Max Planck di Zurigo, l’European Research Council ERC di Bruxelles, e proprio in questi giorni è partito un altro
congresso con il MIT Massachusetts Institute of Technology di Boston, una delle Università di ricerca più famose al mondo”.

“Il connubio tra bellezze paesaggistiche di Sestri Levante, qualità degli spazi congressuali, presenza di imprese smart, eccellenze della cucina ligure e promozione turistica della città sta attirando interlocutori qualificati ed occupazione sul nostro territorio” prosegue Massucco “nonostante la congiuntura economica non sia tra le migliori. Questo fa davvero ben sperare per il futuro occupazionale e produttivo di questo fondamentale patrimonio della città”.

Fino al 2013 il Comune incamerava da Fondazione Mediaterraneo 26.000 euro/anno di affitto per l’intero complesso immobiliare mentre oggi – grazie alla gestione diretta e all’ulteriore sviluppo del Polo Tecnologico con le nuove tre aziende – i ricavi da locazione superano i 125.000 euro all’anno: cinque volte il dato di tre anni fa. Sul versante relativo allo sviluppo delle attività congressuali, culturali e di formazione del complesso, che evidenziava perdite per la Fondazione sull’ordine dei 70.000 euro all’anno, lo stesso è ora in pareggio operativo grazie alla nuova gestione di Mediaterraneo Servizi, società “in house” del Comune di Sestri Levante. All’evidente redditività economica per il Comune, va inoltre affiancato il dato ugualmente importante relativo all’occupazione: tra poche settimane, in virtù dell’ingresso delle nuove aziende, saliranno quasi ad
80 le persone che lavorano nei due palazzi posti in Baia del Silenzio.

“Il nuovo assetto disegnato a inizio del mandato amministrativo per la gestione degli immobili in Baia del Silenzio sta portando buoni frutti” – conclude il Sindaco Ghio – “Che ci conferma quanto la volontà di insediare un Polo Tecnologico a
Sestri Levante sia stata una felice intuizione che ha consentito e sta consentendo di portare in città aziende importanti e attive in settori in forte espansione e personale altamente qualificato. All’inaugurazione del Polo avevamo anche parlato dell’indotto che la creazione del Polo avrebbe portato: la presenza di un convegno del MIT, Massachusetts Institute of Technology, di Boston e di tutti gli altri eventi che lo hanno preceduto dà concretezza alle nostre previsioni”.

Resta aperto, sino al 30 giugno, l’ultimo bando per l’assegnazione del locale ex Informagiovani, situato a palazzo Negrotto
Cambiaso, sempre rivolto al settore innovazione e tecnologia.