Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo, il Sindacato Autonomo di Polizia: “Il sindaco non mantiene le promesse”

Più informazioni su

Rapallo. Lo scorso anno il Sindacato Autonomo di Polizia, in un incontro con il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco,
aveva manifestato alcune problematiche che gravavano sul personale del Commissariato di Polizia, già carente come organico in virtù dei tagli del Governo.

“L’unica Volante del Commissariato, che deve coprire un territorio vastissimo, spesso è ‘bloccata’ da interventi per incidenti stradali e deve, di conseguenza, abbandonare il controllo del territorio. Il Sap aveva chiesto al sindaco di prevedere una pattuglia di polizia municipale almeno nel periodo estivo e nelle ore notturne; cosa che il primo cittadino aveva promesso”, spiega il Sap, che ieri ha nuovamente incontrato Bagnasco.

“Adducendo motivazioni quali patto di stabilità (il patto impone ai sindaci quanto possono spendere, non come) e ‘normative variate’, ha dichiarato che non solo non potrà mantenere la promessa fatta, ma che addirittura
dall’anno scorso i vigili sono calati di 4 unità. Ciò lascia prevedere che il periodo estivo appena iniziato, per quanto riguarda la sicurezza, sarà ancora peggio per i cittadini di Rapallo e per i turisti. E non ci è piaciuto l’invito a fare un giro in città per appurare se si vedesse la volante della Polizia. Accuse assurde che rigettiamo al mittente”.

Il sindacato spiega che solo la settimana scorsa, la volante è intervenuta tre volte in due giorni (in orari diurni, causa assenza dei vigili) per incidenti stradali, di cui uno con ferito: “In quelle 10 ore, nessuno avrebbe potuto chiedere aiuto alla Polizia”. Durante il primo semestre dell’anno la volante del Commissariato ha svolto 341 turni (4 al giorno per coprire le 24 h) su 360, vale a dire il 95% del totale, numeri che rasentano la totalità.

“La squadra investigativa del Commissariato di Rapallo svolge numerose indagini, che si risolvono tutte positivamente, grazie a personale che rinuncia alle ferie estive. Le telecamere poste sul territorio obbligano i colleghi ad un lavoro immane per identificare gli autori dei reati e per le susseguenti attività di investigazione. La scorsa estate due gravi episodi di accoltellamenti, da parte di cittadini sudamericani, ha vincolato numerosi operatori del Commissariato per poter arrestare gli autori dei crimini. L’ufficio Amministrativo e l’Ufficio denunce sono aperti tutti i giorni. No, signor Sindaco, non ci siamo. Le criticità della Polizia di Stato le conosciamo noi, e solo noi. Sappia, però, che non dipendono assolutamente dall’inerzia o dal lassismo dei colleghi, ma da un Governo che continua a tagliare la spesa sulla sicurezza, e di conseguenza il numero del personale negli Uffici. Ed è per questo che avevamo chiesto aiuto a Lei”, dichiara ancora il Sap.

“Dopo aver promesso, però, non può liquidare la questione dicendo ‘mi dispiace, abbiamo 4 vigili in meno’. La viabilità, gli incidenti automobilistici, sul suo territorio (almeno quelli) li deve garantire – termina il sindacato – La polizia, se permette, deve occuparsi di ben altro: della sicurezza dei suoi concittadini”.