Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quinto raggiunto in extremis e piegato dai cinque metri: si va a gara 3

I biancorossi si portano in vantaggio per sei volte ed altrettante subiscono il pareggio: sabato lo scontro decisivo

Genova. Nelle partite di ritorno delle finali promozione del campionato di Serie A2 maschile vincono le squadre di casa che pareggiano i conti e rinviano ogni decisione a sabato 25 giugno.

Il Torino 81 batte la Roma Nuoto 10-9 e si porta sull’1-1, dopo il successo della Roma all’andata per 19-18 ai tiri di rigore. Il Civitavecchia supera il Quinto 11-10 dopo i rigori e ristabilisce la parità dopo la vittoria del Quinto 13-12 all’andata, ottenuta sempre ai rigori.

A Civitavecchia c’è voluta una rete di Zanetic in parità numerica, a due secondi dal termine dell’incontro, per riportare i laziali in parità. La gara, avara di reti, ha visto le due squadre giocare sempre alla pari e il divario è stato sempre e solo di un gol di scarto. I locali hanno ha avuto il demerito di non aver sfruttato al meglio le superiorità numeriche a loro favore (1 gol su 9), ma alla fine i circa 700 spettatori che hanno gremito la “Marco Galli” sono usciti più che soddisfatti perché di emozioni ne hanno vissute tante.

Nel primo tempo apre le marcature Palmieri, cui risponde Chiarelli. Nella seconda frazione Quinto ancora avanti, prima con Turbati, cui replica Quaglio, poi con Bittarello. Nel terzo tempo Checchini segna il 3 a 3. Il botta e risposta prosegue: gol di Bogdanovic e pareggio di Zanetic, gol di Turbati e rete del 5-5 di Checchini. Nel quarto tempo Bittarello porta per la sesta volta in vantaggio i liguri, poi, come detto Zanetic sigla la rete che significa rigori. Dai cinque metri decidono la parata di Visciola sul di tiro Bittarello e il gol di Gianluca Muneroni.

“Un peccato, davvero – commenta Marco Paganuzzi –. Abbiamo giocato una partita ai limiti della perfezione, forse eravamo un po’ in sofferenza all’inizio sul loro pressing ma lo avevamo messo in preventivo. siamo sempre stati in vantaggio, abbiamo avuto anche la palla per chiudere la partita ma non ci siamo riusciti e alla fine siamo stati beffati. Peccato, ma se fosse per noi giocheremmo la “bella” anche subito. Sabato saremo in casa nostra e non avremo scuse. Per quello che si è visto nelle prime due partite siamo meglio noi, anche se siamo arrivati sino a qui a fari spenti e senza grandi investimenti. Siamo arrivati ad un passo da un grande risultato, ma la partita è ancora aperta”.

Il tabellino:
NC Civitavecchia – B&B Sporting Club Quinto 11-10
(Parziali: 1-1, 1-2, 3-2, 1-1)
NC Civitavecchia: Visciola, M. Muneroni, Iula, Chiarelli 1, Zanetic 2, Calcaterra, G. Muneroni, Quaglio 1, Romiti, Castello, Checchini 2, A. Muneroni, G. Pagliarini. All. M. Pagliarini.
B&B Sporting Club Quinto: Scanu, Prian, Brambilla Di Civesio, Luccianti, Turbati 2, Bianchi, Bogdanovic 1, Palmieri 1, Boero, Bittarello 2, Spigno, Amelio, Azzarini. All. Paganuzzi.
Arbitri: Colombo e Lo Dico
Note. Uscito per limite di falli Boero nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Civitavecchia 1 su 9, Quinto 3 su 5. Sequenza dei tiri di rigore: Bittarello (Q) gol; Zanetic (C) gol; Amelio (Q) parato; Castello (C) gol; Bogdanovic (Q) gol; Checchini (C) gol; Luccianti (Q) gol; Romiti (C) gol; Brambilla (Q) gol; G. Muneroni (C) parato; Bittarello (Q) parato; G. Muneroni (C) gol.